Archivio

Posts Tagged ‘segnalazioni’

Out segnala: Concerti e ascolti Novembre ’18 (2)

novembre 13, 2018 Lascia un commento

di Claudia Amantini

Le Mondane – Stella e Croce (Alka Record Label, 2018)

Le Mondane sono un duo pop/folk composto da Luca Borin e Daniele Radaelli, nato a Novara nel 2014. Come “tradizione” quasi vuole i due muovono i primi passi all’insegna di cover, reinterpretate secondo la loro formula: chitarra, voce, kazoo, cajon, ukulele, mandolino, tastiere. I primi anni di attività li vede impegnati in concerti e collaborazioni di dischi e spettacoli teatrali. Man-mano nasce la voglia di comporre brani inediti e di realizzare il loro primo album: “I giorni della marmotta” (in uscita il 22 novembre 2018), distribuito e promosso dall’etichetta ferrarese Alka Record Label. Le Mondane miscelano pop, folk, jazz, e come assaggio dell’album e sua conseguente anticipazione esce un estratto, il singolo “Stella e Croce”, qui il videoclip:

Le Teorie di Copernico – Effemeridi (Autoproduzione, 2018)

Le Teorie di Copernico è la band romana capitanata da Francesco Chini che prende forma nel 2014 e a cui, nel 2016, segue l’esordio con l’Ep “Oh, il buon vecchio Charlie Brown!”. Il quintetto si muove tra cantautoriato e indie folk-rock d’autore, elabora canzoni ironiche e amare che cantano inquietudini, distanze, addii, soli che piovono e modi per imparare a far ridere il dolore. Il percorso avviato nel 2016 ci porta ora a “Effemeridi”, il brano vincitore del premio InediTo 2018, un singolo che rappresenta fedelmente i due volti del sound della band: indie e folk-rock d’autore. Qui il videoclip:

Carlot-ta in Tour, Roma 16 Novembre 2018 Tempio Valdese di Piazza Cavour

Una Cornice affascinante per un concerto unico. Carlot-ta suona venerdì 16 novembre nel suggestivo Tempio Valdese di Piazza Cavour (ingresso da via Marianna Dionigi 59 alle ore 21; biglietto 10 euro+ddp). Pianista e compositrice, l’artista presenta il suo nuovo album Murmure”, un canzoniere folk-pop interamente costruito attorno alle sonorità dell’organo a canne. Uno strumento antico e imponente che si associa normalmente al repertorio sacro e al contesto liturgico, sotto l’abile guida di Carlot-ta condurrà il pubblico in un viaggio che esplora in modo contemporaneo e drammatico le sue infinite possibilità sonore, alternando momenti intimi e malinconici a registri scanzonati e irriverenti, solenni e impetuosi. Tra ballate romantiche, valse musette, danze macabre e motivetti synth-pop, prende così vita un tour che non poteva svolgersi se non nelle chiese e negli auditorium. L’artista suonerà inevitabilmente uno strumento ogni volta diverso con le sue specifiche caratteristiche e peculiarità, ad accompagnarla tra i visual curati da Matteo Bellizi e Natsumi Corona, i fedeli compagni di sempre: Christopher Ghidoni (synth, voce e chitarra) e Paolo Pasqualin (percussioni).

Out segnala: Concerti e ascolti di Nov./Dic. ’18

di Claudia Amantini

45329606_191214625097309_8164039879672463360_nRomaeuropa: la leggendaria chitarra di Marc Ribot il 6 novembre in Prima assoluta incontra Del Monaco, Fay Victor e Cappelli

Reduce dal recente successo del disco Songs Of Resistance 1942-2018 – l’album di canzoni politiche anti-Trumppubblicato lo scorso settembre che vanta la collaborazione, tra gli altri, di Tom Waits – Marc Ribot arriva all’Auditorium Parco della Musica nell’ambito di Romaeuropa Festival martedì 6 novembre per la Prima assoluta di “The zone”, concerto ideato dal compositore Daniele Del Monaco.

“The Zone” porta in scena le energie di una nuova stagione della musica sperimentale newyorkese in cui confluiscono armoniosamente diverse anime musicali: l’energia del rock unita all’interplay dell’improvvisazione, i colori della musica contemporanea e la sintesi della composizione musicale. Un’occasione unica in cui si incontreranno la leggendaria chitarra di Marc Ribot, la voce inconfondibile di Fay Victor, osannata da tutta la stampa statunitense per il suo timbro ultraterreno e sciamanico, le tastiere e l’elettronica di Daniele Del Monaco e il Marco Capelli Acoustic Trio, ovvero Cappelli alla chitarra, Ken Filiano al contrabbasso e Satoshi Takeishi alla batteria.

45337816_752346765157679_4808063141655085056_nA Tribute to Rush

Grande ritrovo dei Rush & Limelight Lovers alla migliore birreria italiana!!!
Una serata dedicata ai fan dei Rush, famosissima band canadese che in 40 anni di carriera ha segnato la storia del rock.

Il Raduno, accompagnato da un Live Tribute a cura dei milanesi Limelight, coinvolgerà appassionati di musica rock progressive in un club affermato per la qualità della sua programmazione musicale.
VENERDI SERA 14 DICEMBRE 2018 h. 22,30 THE OLD JESSE 
via Maestri del Lavoro 27 – 21047 Saronno.

 

45478343_202107393915407_493661599677022208_nFabrizio Voghera – Inconscio subliminale: in radio dal 2 novembre il nuovo singolo dell’artista torinese.

Fabrizio Voghera, attore, cantante, musicista, compositore, è stato protagonista nel doppio ruolo di Quasimodo e Frollo nello spettacolo musicale “Notre Dame de Paris”, oltre che protagonista in “Romeo e Giulietta” di Riccardo Cocciante. Ha collaborato come autore dei testi allo spettacolo musicale “Cavalia” attualmente in tourneè nel mondo. Nell’ultimo anno ha scritto musiche e liriche di “Otello – L’ultimo bacio” opera musical originale nella quale riveste il ruolo da protagonista interpretando il ruolo di Otello.

“Inconscio subliminale” è un’analisi autobiografica del suo autore Emanuele Ignaccolo sulla dimensione dei sogni inconsci.
La voce è di Fabrizio Voghera, noto interprete italiano di musical, che ha saputo conferire ulteriore classe ed eleganza al brano.

 

Out segnala… pillolame febbraiolo

febbraio 10, 2017 Lascia un commento

by WM

Ci piace l’ostinazione con cui sfidate i nostri silenzi, quindi beccatevi un po’ di underground interessante, selezionato dalla nostra email.

Mail 1

“Cosmesi” è il singolo dei buckingum palace che anticipa il nuovo lavoro del trio leccese, Macedonia, in uscita il 17 febbraio per XO/Cabezon Records.
Il video, ideato dalla band stessa, vede Federica De Rinaldis alle riprese e Francesco Stabili al montaggio. Nonsense e un senso di continua incomunicabilità sono il filo conduttore di un video che, anche senza un vero e proprio concept, racchiude nella sua semplicità l’essenza e l’universo sonoro del giovane trio.”

commento: accattivanti, magari l’album spacca…

Mail 2

Se stesso da solo”: il nuovo videoclip dei Gran Torino per imparare a guardare con gli occhi dell’anima  I cinque sensi ci possono mostrare il mondo circostante, ma solo elevandoli alle estreme conseguenze sono in grado di mostrarci noi stessi. Il tatto oltre il tatto, l’udito oltre l’udito, il gusto oltre il gusto, l’olfatto oltre l’olfatto e la vista oltre la vista, non hanno bisogno tanto di pelle, orecchie, lingua, naso e occhi, quanto di cuore e passione. Questa riflessione è il valore aggiunto che il nuovissimo videoclip dei Gran Torino va a dare al brano “Se stesso da solo”, mostrando come si può essere in grado di apprezzare il calore di un bel tramonto, l’abbraccio della natura o il piacere dell’arte anche se gli occhi ci impediscono di vederli come li vedono gli altri”

commento: anche questi si fanno ascoltare, e considerato che sono sempre stretto di voti, non è poco.

Mail 3

“Il nome arriva poco dopo. Il “Mojuba” è una preghiera africana di lode e ringraziamento, da cui deriva il termine Mojo, l’amuleto magico che accompagnava i bluesman delle origini, successivamente diventato sinonimo di libido con l’avvento del rock ‘n’ roll. Fascinazione per i rituali magici e per la natura evocativa dell’Africa tribale a parte, Mojuba ha assunto per i ragazzi un altro significato: liberare il corpo e la mente”

commento: Black Sabbath! cornine alzate!

Out segnala… GlobMetal news

Qualche news dai nostri metallari internazionali preferiti.

Nuova band nel roster di GlobMetal: il Melodic Death Metal dei Transmundane. Fresco fresco, eccovi l’ultimo singolo

Se invece andate sul Trash, eccovi i Fragmenta e il loro ultimo singolo: “Repository of Human Ills” (cliccate sul link Bandcamp).

I Ciconia, invece, ci propongono un video molto evocativo che illustra il loro ultimo lavoro “Limbus”, che fa da apripista al secondo album della band spagnola “Winterize”.

Per maggiori particolari, consultate la pagina di GlobMetal Promotions a questo link.

Pillole di Settembre ’15

settembre 20, 2015 Lascia un commento

Segnalate! Segnalate! Segnalate!

by Claudia Amantini feat. WM

12033306_952843974783525_1455170694_nUragano – #2 EP (2015)

Trio Sanremese con attitudine rumorosa, si appresta all’uscita del secondo album, #2 EP, dopo un primo targato 2013 (EP I). Di mezzo partecipazioni a compilation, split e attività live intensa. In questo, di fatto, secondo album (uscita prevista per il 22 settembre) si condensa l’esperienza maturata, 5 tracce che rimarcano la “musica pesante”, graffi, botte (sonore), strilli… hardcore, post metal. Sound spigoloso con aperture melodiche, distorsioni e noise. Un buon ritorno.

12032567_952843318116924_323813725_nRegarde – Perspectives (2015, V4V Records)

Band vicentina di taglio punk rock/emo, si appresta a dar la luce al nuovo Ep, Perspectives, uscita prevista 14 settembre. Sonorità anni ‘90, 4 tracce ben cariche impastate di lieve malinconia, il passato che abbraccia il presente con aperture al futuro. Il buon rock sa ancora produrre cose buone.

12033713_952844864783436_2107219513_nMadHouse – You Want More (2015, ICM Records)

Rock-band capitanata dalla cantante/autrice Federica Tringali, MadHouse ha dato alla luce “You Want More”, ep contenente 4 tracce cariche di rock con riferimenti che vanno da Joan Jett alle Hole. Co-prodotto con Marco Barusso (Lacuna Coil, Cayne), “You Want More” esalta la timbrica della voce, l’essenzialità di chitarra-basso-batteria per fare dell’ep un gioiellino rock. Dall’album è stato estratto il primo singolo: Empty Inside, in rotazione.

Daimon – Bind (2015, EnZoneRecord)

“Bind” è il singolo della band bolognese Daimon che si affaccia sulla scena indipendente italiana con un misto di alternative e grunge che prova a sposare la melodia. I risultati sono ancora acerbi, ma meritano un ascolto. Dopo i Triska, un’altra scoperta della dinamica etichetta messinese EnZoneRecords: vanno coccolati e fatti crescere a cura Ludovico di Stooges. Intanto ecco il video:

Out Segnala: Pillole bis di Novembre ’14

novembre 30, 2014 Lascia un commento

di Claudia Amantini

Caveau – In

Band pesarese di recente formazione, nata nel 2013, i Caveau debuttano con “In”, 10 tracce che si muovono tra rock, darkwave e pop. Una miscela nata da sotterranei blindati dove spicca voce femminile, musica diretta e melodie oniriche. Prodotto e distribuito da Alka Record Label, “In” rappresenta un ottimo esordio. Dall’album è stato estratto come singolo “Bicchieri Rotti”, in rotazione.

Kaos India – The Distance Between

L’Emilia fucina di nuove band non si smentisce e i Kaos India, esistenti dal 2011, tornano con un nuovo album rindondante rock: The Distance Between. Difficile “classificare” i vari brani che si muovono in sonorità care, un disco dalla matrice rock, cantato in inglese, influenze e divagazioni che passano tra varie sfumature. Un album che si lascia ascoltare, uno scenario ricco di atmosfere in cui perdersi e lasciarsi trasportare.

Diplomatics – Don’t be scared, here are the Diplomatics

I vicentini Diplomatics sono pronti a diffondere l’atteso album con uno show case di presentazione previsto per venerdì 28 novembre a Venezia nello spazio di “Metricubi”, campiello delle erbe 2003, San Polo. Un’esplosione di punk/rock.

Electric Floor – Your Blue

Band cosentina nata nel 2009 con alle spalle due album (“300” e “Falsità Reali”), gli Electric Floor lanciano “Your Blue”, nuovo singolo, nuovo punto di (ri)partenza. Brano caratterizzato da synth e piano, una scenografia ambient in cui vince il blu e le parole si aprono a riflessioni.

Pillole di Novembre ’14

novembre 16, 2014 Lascia un commento

di Claudia Amantini

Gli Ebrei – “Stanco”

Band marchigiana con alle spalle due album, Gli Ebrei si affacciano al nuovo lavoro con V4V-Records. Un passato segnato da luci e ombre, disagio sociale, intimismo. Un futuro che guarda ironicamente alla vita, agli affetti, allo scorrere del tempo. “Stanco” è il primo singolo estratto dal nuovo album “Hai mai visto l’Alba”, di prossima uscita. Un’ottima anticipazione

I Picari – “Radiosi saluti da Fukushima”

Dal duo artistico “Chitarra e piccone” nasce il progetto I Picari nel 2010. Dal duo in trio ed infine a quartetto. Un primo Ep/demo nel 2011 ed ora la band folk alternative di Perugia incide il disco d’esordio “Radiosi saluti da Fukushima” che sarà presentato il 29 Novembre al Supersonic di Foligno. Come assaggio, del nuovo album, un brano.

La Clinica Dischi e Terri

Nasce a La Spezia una nuova etichetta indipendente, La Clinica Dischi. In una città da troppo tempo ormai poco presente sulla mappa della musica indie italiana, La Clinica Dischi si pone come obiettivo quello di dare spazio a musicisti provenienti da quei territori per valorizzare quanto di meglio si possa offrire fra il nord della Toscana e la bassa Liguria. La prima uscita dell’etichetta è il singolo di Teresa Plantamura, in arte Terri, “Tra umidità tra umanità”, in uscita questo Novembre. Nata e cresciuta a Massa, restano in lei salde le radici meridionali e i legami con la Puglia, terra di grandi tradizioni e di folklore. Voce molto interessante, passionale, che mi ha ricordato Raffaella Misiti degli Acustimantico. Sicuramente una nuova proposta da tenere sott’occhio.

Milano Folk Fest, Sabato 29 Novembre @Ohibò, Via Benaco 1

10751687_787886104612647_1295018050_nLa parola Folk è sinonimo di “gente”, “persone”. Ha contemporaneamente qualcosa di classico al suo interno e qualcosa di estremamente futuribile. Partendo dall’esperienza del Roma Folk Fest, la nuova edizione si mette in viaggio per l’Italia e l’Europa e diventa Folk Fest On Tour, quella di Milano è la prima tappa. La rassegna itinerante della migliore musica folk del panorama musicale attuale vuole gettare un ponte tra le diverse realtà folk presenti sul territorio: a seconda della location dove si svolgerà, il festival ospiterà i migliori rappresentanti del genere, creando quel senso di “legame” e “contaminazione” tipici dei grandi eventi del passato. La sinergia, il crossover tra le varie realtà coinvolte si attiverà attraverso alcuni elementi fondanti che hanno avuto grande riscontro nell’edizione romana: un contest online in cui il pubblico dei social potrà votare e di conseguenza scegliere l’artista esordiente o emergente che aprirà le singole edizioni e la diretta radio – in live streaming sul sito THE ROOST (www.theroost.it). Per il primo appuntamento, previsto il 29 novembre presso l’Ohibò di Milano, saliranno sul palco nomi del calibro di Andrea Poggio (dei Green Like July), UNA (Marzia Stano), Leo Pari, Nemo (il progetto solista di Riccardo Bertini dei Mammooth), Massaroni Pianoforti, Francesco Forni & Ilaria Graziano, Letlo Vin, Lucio Corsi, Vincent Butter. Due dj-set attraverseranno lo spazio-tempo musicale. Da un lato le ricercate selezioni del songwriter Persian Pelican, dall’altro i groove polverosi miscelati con i “wonderful world beats” di Elvis Delmar. Le iscrizioni al contest online sono aperte, si può partecipare inviando il link del proprio brano a folkfestintour@gmail.com.