Archivio

Posts Tagged ‘Satan’

Rrröööaaarrr: Satan

by DOOM

SatanI Satan sono una band di heavy metal britannico nati a Newcastle nel 1979 su iniziativa di un gruppo di compagni di scuola, i Satan si segnalano da subito per una grande carica metallica, per una certa ricercatezza negli arrangiamenti, e per una tecnica di tutto rispetto per l’epoca. Dopo due demo ed un singolo: The First Demo, Into the Fire e Kiss of Death, nel 1983 la Neat Records marchia il loro debutto:Court In The Act. Anche se la produzione è molto piatta, l’Lp riesce comunque a trasmettere tutte le qualità possedute dalla band, ed il loro heavy metal a tinte forti, mediato da arrangiamenti che trovo assolutamente notevoli in relazione all’anno di uscita del vinile, fece dondolare ossessivamente più di una criniera. Il lavoro della sezione ritmica è precisa; le due asce macinano riff taglienti e soli spesso più che godibili, e su tutto si staglia la voce di un personaggio come Brian Ross, il quale pur mostrando qualche incertezza sulla tenuta di alcuni acuti regala qui una delle prestazioni che più mi rimane nella memoria in relazione a quel periodo storico-musicale.

Il discreto successo dell’album consente alla band di esibirsi in una serie di concerti europei. Al termine del tour, la band affronta la prima battuta d’arresto a causa del nome fuorviante, che non permise alla band di raggiungere la stessa popolarità di altre bands. I testi delle loro canzoni, infatti, non avevano niente a che fare con l’occulto o il satanismo, bensì trattavano varie tematiche come: l’ingiustizia, la guerra e diritti dei nativi americani; il loro nome indusse però alcuni critici ad inquadrarli in un’ottica sfalsata e ciò spinse la band a cambiare nome optando per il più innocuo Blind Fury. Con il nuovo nome pubblicano nel 1985 Out of Reach per Roadrunner Records. Lo stile musicale si sposta verso sonorità meno pesanti. I cambiamenti non sortiscono l’effetto sperato, lasciando spiazzati i fans e non giovando alla band che poco dopo riprese a chiamarsi Satan. Con un nuovo cantante, la band pubblica l’EP Into the Future (1986) per la Steamhammer Records . Nel 1987 sempre l’etichetta tedesca da alle stampe il nuovo Suspended Sentence. In questo lavoro le sonorità tornano ad appesantirsi e che, rispetto all’esordio, presenta delle ritmiche di stampo thrash metal. Però, ancora una volta, la band decide di cambiare nome assumendo quello di Pariah. Con la stessa formazione e la stessa etichetta di Into the Future e Suspended Sentence, i Pariah pubblicano The Kindred e Blaze of Obscurity. Con questi due dischi di Power/Thrash ottengono un buon successo commerciale che fino a quel momento non era mai stato raggiunto come Satan. A causa di problemi con la casa discografica l’attività subisce un’interruzione. Per la pubblicazione di Unity (Aartee Music) si deve quindi attendere fino al 1997. Due anni dopo questa uscita il gruppo si scioglie definitivamente. Nel 2003 viene annunciata la partecipazione dei Satan al Keep It True Festival e al Wacken Open Air, esibendosi con la stessa formazione del primo album.

Nel 2011 si sono definitivamente riformati. Con un nuovo contratto in tasca la band pubblica Life Sentence nel 2013 e Atom by Atom nel 2015 (entrambi su Listenable Records). Due album made in Satan fino al midollo.

Della loro storia travagliata e per certi versi surreale, sono certamente edotti gli appassionati più attempati e comunque tutti quelli che seguono più assiduamente il settore, mentre per i più giovani sarebbe necessario uno studio più approfondito per evitare di liquidare la band frettolosamente come qualcosa di troppo superato per essere preso in considerazione, perché i Satan sono stati semplicemente seminali e le loro influenze sullo speed, ma più ancora sul thrash degli albori sono enormi.

Annunci