Home > Musica > Rrröööaaarrr: Pestilence

Rrröööaaarrr: Pestilence

by DOOM

pestilenceI Pestilence sono una band olandese di Prog Death Metal, fondata nel 1986 a Enschede, Twente Overijssel, da Patrick Mameli (chitarra, voce), Randy Meinhard (chitarra), Marco Foddis (batteria), registrano due demo prima di ricevere molta attenzione dalla Roadrunner Records. Dopo il primo demo Dysentery (1986) Martin van Drunen (basso/voce) entra a far parte del gruppo prendendo parte alle registrazioni della secondo demo The Penance (1987). Sono demi dal sound grezzo e ruvido. Dopo la firma con la Roadrunner Records, i Pestilence pubblicano il loro primo disco, Malleus Maleficarum nel 1988. Il nuovo materiale è più maturo rispetto gli esordi. Lo stile che si riscontra nel debuto è a metà strada fra i Possessed, i Sepultura di Schizophrenia e i Death di Scream Bloody Gore. Poco dopo il chitarrista Randy Meinhard lascia la band per i Sacrosanct, venendo rimpiazzato da Patrick Uterwijk ex Theriac. Nel 1989 esce Consuming Impulse. Lavoro violento e veloce, che si stacca musicalmente dall’esordio. Un caterpillar in folle corsa, riff taglienti e assoli schizofrenici da togliere il respiro; il suono che ne deriva è coinvolgente e viene ulteriormente estremizzato dalla macchina da guerra Marco Foddis alla batteria che, per quanto veloce possa essere, dimostra anche una grande precisione con lo strumento. Nel 1990 Martin van Drunen abbandona la band per fondare gli Asphyx. Viene sostituito dal talentuoso bassista degli Atheist Tony Choy invece per le parti vocali se ne fa carico Mameli. Con questo nuovo assetto la band registra nel 1991 Testimony of the Ancients. Il risultato è un lavoro che fa “da tramite”, distaccandosi dai primi due capitoli, puramente death/thrash e caratterizzati da un riffing che non conosce tregua e ponendo le basi per quello Spheres che ancora oggi fa scalpore. Tutto questo senza limitarsi ad essere un album “di passaggio”, ma qualificandosi come possibile punto più alto della discografia della band, grazie proprio al perfetto equilibrio tra le due componenti contrastanti: death e prog/melodic. La produzione eccelle praticamente sotto qualsiasi aspetto: la scelta dei suoni delle tastiere appare sempre azzeccata, ogni strumento è definito, udibile e perfettamente miscelato nel mix, il tutto senza rinunciare alla necessaria potenza sonora.

Dopo questo lavoro Tony Choy se ne ritorna in Florida dai suoi Atheist e viene sostituito dall’ancora più bravo Jeroen Paul Thesseling. Nel 1993 è la volta del controverso Spheres un misto di death, fusion, jazz e prog in digesto per l’epoca che segna la precoce e disastrosa fine dei Pestilence. Un lavoro sotto l’aspetto tecnico esecutivo mostruoso, aggressivo, la cui violenza non è fisica ma emotiva, che ti soffoca e ti intrappola. Negli anni ’90 è un’uscita traumatica e scioccante per i fan e per l’intero mondo death, oggi non resta che una pietra angolare, rivoluzionaria, allucinata, visionaria e fortemente profetica. La band decise unanimemente di sciogliersi. Il 18 gennaio 2008 il gruppo annuncia la riunione. La formazione è composta da Patrick Mameli cantante e chitarra, Patrick Uterwijk chitarra, Tony Choy basso e Peter Wildoer batteria. La nuova formazione fresca di riunione e di contratto discografico con l’olandese Mascot pubblica in breve tempo il nuovo lavoro Resurrection Macabre (2009), seguito da Doctrine (2011) mentre Obsideo del 2013 è stato licenziato dall’inglese Candlelight Records. In questi nuovi lavori vi è la regressione ad un approccio stilistico più semplice e ascoltabile, rimuovendo i tratti Jazz-fusion e il synth che avevano dato carattere e grande splendore al capolavoro Spheres.

Oggi la band è parcheggiata in garage. ‘Con il nome Pestilence non usciranno più lavori discografici! Ma solo impegni live se ci saranno’ Attualmente sono impegnato con la mia nuova band Neuromorph.’ ha dichiarato Mameli sul sito ufficiale della band. I Pestilence sono considerati i fondatori della corrente prog technical death metal insieme ai Death, gli Atheist e i Cynic.

 

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: