Home > Musica, segnalazioni > Pillole di Novembre ’14

Pillole di Novembre ’14

di Claudia Amantini

Gli Ebrei – “Stanco”

Band marchigiana con alle spalle due album, Gli Ebrei si affacciano al nuovo lavoro con V4V-Records. Un passato segnato da luci e ombre, disagio sociale, intimismo. Un futuro che guarda ironicamente alla vita, agli affetti, allo scorrere del tempo. “Stanco” è il primo singolo estratto dal nuovo album “Hai mai visto l’Alba”, di prossima uscita. Un’ottima anticipazione

I Picari – “Radiosi saluti da Fukushima”

Dal duo artistico “Chitarra e piccone” nasce il progetto I Picari nel 2010. Dal duo in trio ed infine a quartetto. Un primo Ep/demo nel 2011 ed ora la band folk alternative di Perugia incide il disco d’esordio “Radiosi saluti da Fukushima” che sarà presentato il 29 Novembre al Supersonic di Foligno. Come assaggio, del nuovo album, un brano.

La Clinica Dischi e Terri

Nasce a La Spezia una nuova etichetta indipendente, La Clinica Dischi. In una città da troppo tempo ormai poco presente sulla mappa della musica indie italiana, La Clinica Dischi si pone come obiettivo quello di dare spazio a musicisti provenienti da quei territori per valorizzare quanto di meglio si possa offrire fra il nord della Toscana e la bassa Liguria. La prima uscita dell’etichetta è il singolo di Teresa Plantamura, in arte Terri, “Tra umidità tra umanità”, in uscita questo Novembre. Nata e cresciuta a Massa, restano in lei salde le radici meridionali e i legami con la Puglia, terra di grandi tradizioni e di folklore. Voce molto interessante, passionale, che mi ha ricordato Raffaella Misiti degli Acustimantico. Sicuramente una nuova proposta da tenere sott’occhio.

Milano Folk Fest, Sabato 29 Novembre @Ohibò, Via Benaco 1

10751687_787886104612647_1295018050_nLa parola Folk è sinonimo di “gente”, “persone”. Ha contemporaneamente qualcosa di classico al suo interno e qualcosa di estremamente futuribile. Partendo dall’esperienza del Roma Folk Fest, la nuova edizione si mette in viaggio per l’Italia e l’Europa e diventa Folk Fest On Tour, quella di Milano è la prima tappa. La rassegna itinerante della migliore musica folk del panorama musicale attuale vuole gettare un ponte tra le diverse realtà folk presenti sul territorio: a seconda della location dove si svolgerà, il festival ospiterà i migliori rappresentanti del genere, creando quel senso di “legame” e “contaminazione” tipici dei grandi eventi del passato. La sinergia, il crossover tra le varie realtà coinvolte si attiverà attraverso alcuni elementi fondanti che hanno avuto grande riscontro nell’edizione romana: un contest online in cui il pubblico dei social potrà votare e di conseguenza scegliere l’artista esordiente o emergente che aprirà le singole edizioni e la diretta radio – in live streaming sul sito THE ROOST (www.theroost.it). Per il primo appuntamento, previsto il 29 novembre presso l’Ohibò di Milano, saliranno sul palco nomi del calibro di Andrea Poggio (dei Green Like July), UNA (Marzia Stano), Leo Pari, Nemo (il progetto solista di Riccardo Bertini dei Mammooth), Massaroni Pianoforti, Francesco Forni & Ilaria Graziano, Letlo Vin, Lucio Corsi, Vincent Butter. Due dj-set attraverseranno lo spazio-tempo musicale. Da un lato le ricercate selezioni del songwriter Persian Pelican, dall’altro i groove polverosi miscelati con i “wonderful world beats” di Elvis Delmar. Le iscrizioni al contest online sono aperte, si può partecipare inviando il link del proprio brano a folkfestintour@gmail.com.

Advertisements
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: