Home > Musica, segnalazioni > Out segnala… pillole di aprile ’14

Out segnala… pillole di aprile ’14

di Claudia Amantini

<kozminski1Nella musica dei Kozminski si fondono diverse anime, il rock alternativo italiano e la canzone d’autore, influenze e sonorità internazionali e la voglia di sperimentare, partendo però sempre da un’idea piuttosto classica di canzone. Anche la line-up della formazione milanese è atipica, con due voci, musicisti che si scambiano strumenti, chitarre e synth che si intrecciano, inserti di clarinetto e continue sorprese. La band presenterà il nuovo album “Il Primo Giorno Sulla Terra” in un tour:

17 Maggio 2014 – Arci Brixton – Alassio – inizio ore 22.00 – ingresso libero

 

  1. Simone Vacatello, in arte SiVa, sta facendo molto parlare di se grazie alla trovata di incidere il suo primo album (è un giovane cantautore calabro-romano) su uno spazzolino da denti. Il disco, dal titolo “Argomenti che non vi interessano scritti coi piedi”, è uscito il 9 Gennaio 2014 per l’etichetta indipendente romana Lapidarie Incisioni. Da Marzo è partito il tour di promozione.

    11 Aprile @Il Localino – ROMA

Zucca Veleno, all’anagrafe Beppe Calvi, cantautore di Bari e operante a Nord Est, sceglie il web per promuovere e distribuire il suo primo lavoro solista “Solo in questo stato”, prodotto da Heart Real Music Production. Dieci tracce farcite di folk, testi esasperati e sarcastici, un quadro perfetto della situazione attuale del nostro Paese. A risaltare è lo stato di solitudine, affidato a piccole storie raccontate in musica.

Ritornano i vicentini Whales and Aurora con un omonimo EP targato Red Sound Records, due tracce dai suoni pesanti, una miscela di post metal allucinogeno che gioca con composizioni profonde e devastanti. Dal 17 marzo tiratura limitata di 66,6 (ci ha messo lo zampino il Diavolo) pezzi: 66 digipack più una versione mini cd che verrà regalata a fine vendite tramite un’estrazione tra i 66 acquirenti.

Un demo alle spalle (cantato in inglese) e ora “Onironauta”, primo album dei Kaleidoscopic, a cura Dischi Bervisti, Woodworm e DreaminGorilla Records e distribuito da Audioglobe. Il gruppo si affida alle sapienti mani di Nicola Manzan (Bologna Violenta) per la produzione artistica e la registrazione del nuovo lavoro. Sound oscuro e noise, atmosfere viscerali ed evocative con testi (forse qui la svolta) in italiano. Onironauta è un incitamento alla Gnosi per rialzarsi da un’era di pessimismo, insoddisfazione e rovina. Un invito alla presa di coscienza che l’onironauta pratica nel sogno ma che l’uomo di oggi invece ha bisogno di operare nella realtà in cui vive.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: