Home > Musica, Recensioni > Recensione: Manthra Dei, S/T (2013)

Recensione: Manthra Dei, S/T (2013)

by DOOM

a0299495113_2Mi immergo anima e corpo ma soprattutto udito all’ascolto di questo acido e alienato singolo dei Bresciani Manthra Dei, Stone in Face, apripista del debut omonimo che uscirà a giorni. I nostri insani musicisti hanno firmato per la stampa e la distribuzione del CD con l’Acid Cosmonaut Records e per la stampa e la distribuzione del vinile con Nasoni Records. Ritorniamo all’analisi del singolo in questione. Il brano è una lunga suite strumentale di 10 minuti e passa. (che si può ascoltare stando seduti comodamente a casa attraverso l’indirizzo: http://acidcosmonautrecords.bandcamp.com/album/manthra-dei )

Un maestoso viaggio lisergico psichedelico attraverso infiniti spazi inesplorati. Mi cullo tra le armonie malsane, sguinzagliate dal quartetto, in un abbandono totale dei sensi in questo caos sublime forgiato su di un prog space rock di marca. L’influenza dei ‘Master’ del genere si sente tutta: Hawkwind, Kyuss, Earthless, Black Sabbath, King Crimson, Jethro Tull, Ozric Tentacles. Il tutto dosato e fuso con sapiente abilita tecnica e compositiva. Aspettiamo con ansia il disco completo per completare il nostro viaggio nella musica psichica dei Mantha Dei.

Buon Ascolto

FB: www.facebook.com/ManthraDei

Categorie:Musica, Recensioni Tag:
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: