Home > poesia > Senza Parole 03 – Giovanni legge Giovanni Peli

Senza Parole 03 – Giovanni legge Giovanni Peli

525122_10151421848264361_1736174686_nSe “poliedrico” non fosse ormai sinonimo di “dilettante”, dedicherei questo aggettivo al poeta e cantautore Giovanni Peli, e dato che “diletto” non è più una categoria di gioia dello spirito, ma solo sinonimo di “non fare con grave serietà il proprio lavoro”, non posso parlare nemmeno della gioia profusa in profondo e malinconico intreccio con la poesia. Meglio sfuggire alle parole, meglio ascoltare la fonte.
Abbiamo ascoltato con piacere il suo album (Tutto ciò che si poteva cantare), abbiamo letto il suo libro di poesie (Il passato che non resta); non resta che ascoltare il poeta che canta le poesie e recita le sue canzoni nel podcast poetico di “Senza Parole”.

CLICCA QUI PER ASCOLTARE

Poesie
– Bigia
– Caterina e il Futuro

Canzone – Tu Amore Perduto

Poesie
– Carnevale di Me Stesso
– La Vita Altrui

Canzone – Tutto Quello che Fai

Poesie
– Gioco della Negazione
– Sbagliare il mio caro papà

Canzone –  Viene la Notte

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: