Home > Musica > Rrröööaaarrr: Exodus

Rrröööaaarrr: Exodus

by DOOM

Exodus (1)Dal Brasile di nuovo negli USA per parlarvi della leggenda Exodus. Band di thrash metal statunitense. Ritenuti dalla stampa specializzata una delle band più significative del genere. Si formano nel 1980 a San Francisco, California, da una idea di Tom Hunting batterista, Tim Agnello e Kirk Hammett chitarristi e Geoff Andrews bassista. Non riuscendo a trovare un cantante Hunting decide di ricoprire anche questo ruolo. Agnello lascia subito la band e viene sostituito dal più tecnico Gary Holt(L’unico membro presente in tutti i lavori della band e attualmente anche in forza agli Slayer dopo la prematura scomparsa del chitarrista Jeff Hanneman.)Dopo aver pubblicato il primo demo nel 1982, Kirk Hammett lascia la band per entrare a far parte dei più famosi Metallica e viene rimpiazzato da Rick Hunolt. Nel 1985 esce l’esordio ‘Bonded by Blood’ al microfono troviamo il corpulento Paul Baloff. Disco considerato storico per il thrash metal. Nel 1986 Baloff viene licenziato per l’esagerato abuso di stupefacenti e viene rimpiazzato da Steve Souza(ex Legacy poi Testament).

Con Souza alla voce, nel 1987, viene pubblicato ‘Pleasures Of The Flesh’. Lavoro bene accolto da fans e critica. Il terzo disco, ‘Fabulous Disaster’ esce1988 mostra sonorità ancor più incisive e corrosive dei precedenti album. Con l’ arrivo degli anni novanta, gli Exodus conobbero un periodo di forte instabilità, dovuta al continuo cambio di formazione e soprattutto a causa del periodo poco favorevole per il thrash metal a causa dell’invasione del grunge metal sulla scena musicale. Dopo aver risolto i vari cambi di line-up nel 1990 gli Exodus pubblicano ‘Impact is Imminent’. Lavoro molto energico e abrasivo. Nel 1991 esce il primo disco live intitolato ‘Good Friendly Violent Fun’. Nel 1992 pubblicano ‘Force of Habit’, album che mostra alcuni tentativi di seguire le mode di quel tempo, il lavoro presenta sonorità groove metal e brani di enorme durata come ad esempio Architect of Pain che con i suoi 10 minuti è uno dei pezzi più lunghi mai composti dalla band. L’accoglienza da parte del pubblico si dimostra piuttosto fredda e dopo questo disco, la band si scioglie.

exodus (2)Nel 1996, gli Exodus si riformano con la formazione di Bonded by Blood fatta eccezione per il nuovo bassista Jack Gibson e nel 1997 esce il secondo live ‘Another Lesson in Violence’. Di lì a brevegli Exodus si sciolsero di nuovo. Nel 2001, gli Exodus tornano assieme per suonare al Thrash of the Titans, concerto di beneficenza in onore di Chuck Billy, il cantante dei Testament, a quel tempo sotto trattamento medico per un tumore. Dopo questo concerto, la band continua a fare concerti nella Bay Area della California, lasciando trasparire anche voci riguardanti un possibile nuovo disco in studio. Tutto ciò non avviene perché, il 2 febbraio 2002, un attacco cardiaco stronca il cantante Paul Baloff. Sembra che la sua morte li avrebbe condotti ad un nuovo scioglimento, ma il chitarrista Gary Holt decide di continuare e richiama in formazione Steve Souza.

Nel 2004, dopo 12 anni di inattività viene realizzato il nuovo ‘Tempo of the Damned’. Album violentissimo! Dopo la pubblicazione del disco, la stabilità della band torna ad essere minata dall’uscita di Rick Hunolt che viene rapidamente rimpiazzato dal chitarrista degli Heathen, Lee Altus. Nello stesso periodo anche Tom Hunting e Steve Souza lasciano la band, rispettivamente sostituiti dal batterista Paul Bostaph(ex Forbidden, Testament e Slayer) e dal cantante Rob Dukes (Generation Kill). Con questa nuova formazione, nel 2005 esce ‘Shovel Headed Kill Machine’, album dal sound aggressivo e feroce come il precedente. Tom Hunting rientra in formazione all’inizio del 2007, svincolando Paul Bostaph dalla band. Nello stesso anno viene pubblicato il disco ‘The Atrocity Exhibition… Exhibit A’, titolo che fa presagire ad un immediato seguito. Nel 2008 la band pubblica ‘Let There Be Blood’, ovvero una riedizione dell’album Bonded by Blood interamente risuonato con la nuova formazione. Nel 2010 esce il decimo album in studio: ‘Exhibit B: The Human Condition’. Il disco ha riscosso un ottimo successo di pubblico e di critica. Una garanzia senza termini!

Categorie:Musica Tag:, ,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: