Home > Musica > Rrröööaaarrr: Destruction

Rrröööaaarrr: Destruction

logoDestructionTorniamo in Europa, precisamente in Germania per parlarvi dei Destruction, band thrash metal nata a Lörrach, nel 1982 per mano del bassista Marcel “Schmier” Schirmer, del chitarrista Mike Sifringer, del batterista Tommy Sandmann e del cantante Ulf. I Destruction sono considerati uno dei tre gruppi più importanti del thrash metal tedesco, insieme a Kreator e Sodom.

Band fortemente influenzata dai Venom, registrano il primo demo con il nome di Knight of Demon nel 1984 intitolato ‘Bestial Invasion Of Hell…’. Prima della registrazione Ulf viene cacciato dalla band. Causa una violente lite con Mike per via di una ragazza così Schmier decise di occuparsi della voce senza audizionare altri cantanti. La demo arriva sulla scrivania dei boss della Steamhammer, annusata le potenzialità della band, viene subito proposto un contratto e nello stesso anno, 1984, con il nuovo nome Destruction, esce l’EP ‘Sentence of Death’, e, nel 1985, il loro primo album, ‘Infernal Overkill’. Ciò che contraddistingueva la band all’epoca era un sound violentissimo e brutale, e in breve divennero una delle band più apprezzate nel circuito thrash metal tedesco.

oldpicDestructionNel 1986 la band pubblica ‘Eternal Devastation’, che ha un successo strepitoso in patria. Nel 1987 esce lo storico EP ‘Mad Butcher’ per poi registrare nel 1988 l’album più apprezzato dai fan e dalla critica, ‘Release from Agony’, che fece circolare il nome della band in tutta Europa e li pose tra i grandi del thrash metal internazionale. Nel 1989 la band stampa il suo primo disco dal vivo, Live Without Sense. Nonostante la band avesse raggiunto un certo successo, i problemi erano alle porte. Poco dopo la release dal vivo, la band decide di commercializzarsi e caccia il fondatore Schmier, che voleva mantenere il sound brutale tipico della band, sostituendolo con Andrè Grieder, dei Poltergeist.

newpicDestructionNel 1990 esce sul mercato ‘Cracked Brain’. Disco che mantiene il sound dei vecchi lavori. Scaricati dalla Steamhammer, la band attraversa un lungo periodo di difficoltà e disorganizzazione, che si risolve solo nel 1993 quando nel gruppo entrano il cantante Thomas Rosenmerkel e il chitarrista Michael Piranio. Nel 1994, la band riesce ad auto-produrre l’EP ‘Destruction’. Nel 1995 esce ‘Them Not Me’, lavoro dal sound troppo commerciale. Le scarse vendite di questo EP impediscono alla band di produrre album fino al 1998, quando viene registrato il più grande flop commerciale del combo tedesco: ‘The Least Successful Human Cannonball’.

Dopo il flop tutti membri abbandonano la band, Mike, rimasto l’unico membro, richiama Schmier, e decide di ripristinare il vecchio sound, ripudiando gli album degli anni ’90. Ai due si aggiunge il batterista Sven Vormann, e la band ottiene un contratto con la Nuclear Blast, per la quale pubblicano ‘All Hell Breaks Loose’ nel 2000, ‘The Antichrist’ nel 2001 e nel 2003 ‘Metal Discharge’. Nel 2004 scaduto l’accordo contrattuale con La Nuclear Blast, la band firma per la AFM Records per tre album ed escono così: nel 2005 ‘Inventor of Evil’, nel 2007 ‘Thrash Anthems’ e nel 2008 ‘D.E.V.O.L.U.T.I.O.N.’. Nel 2010, dopo aver rifirmato per la Nuclear Blast, immette sul mercato ‘Day of Reckoning’ nel 2011, album molto più violento dei suoi predecessori. Nel novembre del 2012 la band ha pubblicato l’album ‘Spiritual Genocide’. Ennesimo uragano di violenza sonora in puro stile Destruction.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: