Home > Musica > Rrröööaaarrr: i Death

Rrröööaaarrr: i Death

by DOOM

death-logoNell’assolata e balneare Florida incontriamo i ‘Grandi Padri’ del death metal, i Death, band originaria di Orlando. La band venne fondata nel 1983 da Chuck Schuldiner. La scelta da parte di Schuldinerdel nome ‘Death’ per la band, traducibile in lingua italiana come ‘Morte’, non avvenne tanto per dare un tocco macabro alla musica e all’attitudine della band quanto per il vivo dolore derivante dalla morte del fratello Frank, avvenuta nel 1974 a causa di un tragico incidente stradale. L’album d’esordio ‘Scream Bloody Gore’, pubblicato nel 1987, è stato descritto come il primo vero esempio di questo genere. Hanno venduto oltre 2 milioni di album nel mondo. Ciò fa di loro la band death metal di maggiore successo nel mondo assieme ai Cannibal Corpse. Nel 1983 il chitarrista Chuck ‘Evil’ Schuldiner diede vita insieme a Kam Lee e Rick Rozz ai Mantas.

Nel 1984, pubblicano il primo demo intitolato ‘Death by Metal’. Musicalmente influenzato da: Kiss, Mercyful Fate, Exciter, Raven, Slayer, Hellhammer, e Celtic Frost. Nonostante i buoni segnali di successo, I Mantas si sciolgono. Nello stesso anno e con la stessa formazione i nostri fondano i Death. Con il nuovo nomepubblicano tra il 1984 e il 1987 altri cinque demo: ‘Reign of Terror’ ‘Infernal Death’, ‘Rigor Mortis’, ‘Back from the Dead’ e ‘Mutilation’. Il demo ‘Mutilation’, procurò ai Death un contratto discografico con l’americana Combat Records. Nel 1987, esce ‘Scream Bloody Gore’. L’esordio presenta riff violenti e taglienti ma allo stesso tempo orecchiabili combinati con testi gore e la voce growl di ‘Evil’ è stata fonte di ispirazione per molti cantanti di death e brutal death. Tutte queste qualità fecero sì che con questo disco nascesse un nuovo movimento musicale, poi denominato dai critici musicali death metal.death1

Nel 1988 esce ‘Leprosy’. Pietra miliare del genere. Il disco incrementa il discreto successo del precedente prodotto grazie anche a una migliore qualità di registrazione e a testi che per la prima volta si incentrarono sul sociale. Il disco presenta delle vere e proprie killer song come: Leprosy, Forgotten Past,Born Dead, Pull the Plug e Open Casket. Nel 1990 pubblicano ‘Spiritual Healing.’ In questo disco vengono abbandonate definitivamente le tematiche gore in favore della critica sociale. Nell’album avvenne anche una notevole evoluzione sul piano musicale che portò ad un globale aumento dello spessore tecnico e qualitativo. Spiritual Healing segna la nascita di un nuovo genere, in seguito battezzato dai critici technical-death metal. Genere caratterizzato da strutture innovative e un alto spessore tecnico qualitativo.

Nel 1991 esce ‘Human’. Il disco decisamente più tecnico e progressivo dei tre lavori precedenti; esso presenta infatti, oltre alle già sperimentate sonorità thrash metal e progressive metal, una buona dose di sound heavy metal combinato a derivazioni stilistiche jazz ma anche progressive rock. Il un nuovo album vede la luce dopo due anni, intitolato ‘Individual Thought Patterns’ pubblicato nel 1993. Il disco considerato da molti critici come il capolavoro del gruppo e presenta un sound mai fino ad allora così pulito, raffinato e ricercato, dominato da un’incredibile quantità di melodie. Nel 1994 Schuldiner decise di abbandonare dopo otto anni di collaborazione l’etichetta discografica Relativity Records per firmare un contratto con la major Roadrunner Records. Con questa nuova etichetta, viene pubblicato nel 1995 ‘Symbolic’. In Symbolic gli sforzi di Chuck trovarono il definitivo apice in un sound massiccio e pesante, emozionale e allo stesso tempo colmo di elementi complessi e tecnici. Dopo l’uscita di Symbolic,Schuldiner sciolse definitivamente la band e tutti i legami con la Roadrunner Records.death2

Nel 1998, i Death, riformati da Chuck pubblicano ‘The Sound of Perseverance’, per l’etichetta discografica Nuclear Blast. L’album presenta un’incredibile ferocia ed emotività musicale, che sfocia in intricate e tecniche melodie di chitarra e basso, descritto dai critici come una sorta di mistura dei precedenti album Human, Individual Thought Patterns e Symbolic. Nel maggio 1999 a Schuldiner fu diagnosticato un tumore al cervello. Dopo oltre due anni, Chuck si spense, vinto dal cancro a soli 34 anni d’età. Questo grande musicista merita un posto nell’Olimpo dei geni della musica.

Per tutti i giovani metallari, band da avere e ascoltare attentamente di notte in un mattatoio abbandonato.

 

 

 

Categorie:Musica Tag:,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: