Home > Uncategorized > Rrröööaaarrr: Cradle of Filth

Rrröööaaarrr: Cradle of Filth

In questa puntata parleremo dei Cradle of Filth, band di symphonic black metal (i loro lavori e le scelte promozionali sono stati spesso oggetto di critiche. Per anni additati come band blasfema) che insieme ai norvegesi Dimmu Borgir sono le band di maggior successo di questo genere.

Cradle of Filth by Doom

cradleUfilthUmidianUmusicSono nati nel Suffolk in Inghilterra nel 1991 per mano di Dani Filth(cantante) e Paul Allender (chitarra).La musica dei Cradle of Filth risulta difficilmente etichettabile: è stato molto importante l’influsso della scena black e melodic death metal scandinava (Bathory, Emperor, Darkthrone, Immortal, At the Gates, Dark Tranquillity). A tutto ciò però sono stati fusi elementi teatrali (dove è evidente anche l’ispirazione dagli italiani Death SS). Il sound dei quattro demo: Invoking the Unclean, Orgiastic Pleasures Foul, A Pungent and Sexual Miasma usciti nel 1992 e Total Fucking Darkness del 1993,sono orientati verso un death metal canonico di matrice americana. L’uscita del primo album The Principle of Evil Made Flesh pubblicato 1994, ebbe un grandissimo succeso di critica e di pubblico tale da sollevare di un gradino l’Inghilterra sulla lunga scala del puro Black metal norvegese.

24_photoCol passare degli anni lo stile dei COF assumerà venature sempre più gothic. Infatti i COF hanno reso personale il loro sound applicando a tutte queste influenze una forte componente gothic messa in risalto da una voce femminile che accompagna le due parti, scream e growl, e da un impatto sinfonico significativo; questo per cercare di creare atmosfere misteriose e dark che ben si amalgamano con l’aspetto lirico, incentrato sul tema del vampiro (figura molto importante nella letteratura gotica). Col procedere degli anni i temi sono mutati, concentrando l’attenzione sulla mitologia e le leggende. Il secondo album Dusk… and Her Embrace pubblicato 1996 è indiscutibilmente definito dalla critica come l’apice compositivo nella carriera della band, raggiunto solo attraverso un’accurata mescolanza del black metal delle origini con una presenza maggiore di elementi sinfonici e gotici. Il successivo Cruelty and the Beast, pubblicato nel 1998, contribuisce anche ad aumentare la popolarità della band nella scena metal mondiale.

Cradle+of+Filth+Cradle_of_Filth_4Nel 2000 esce Midian. La critica considera il periodo migliore della band quello risalente fino al 2000. Il “periodo d’oro” dunque può essere concluso facendo un accenno a Vempire or Dark Faerytales in Phallustein del 1996 e From the Cradle to Enslave del 1999, due EP che racchiudono tutto il sapere di una band che ha sempre saputo far parlare di sé. Una lieve commercializzazione inizia col quinto album, Damnation and a Day pubblicato nel 2003. Con il successivo Nymphetamine, uscito nel 2004 il registro musicale cambi. L’album è una massa di inserti sinfonici riconducibili ad un gothic metal estremizzato dal sound dei capitoli precedenti. Thornography (2006) si cambia di nuovo. Questo nuovo capitolo musicale è zeppo influenze Thrash/Death e per molti critici resta tuttora l’album meno riuscito della band. Nel 2008 i COF pubblicano Godspeed on the Devil’s Thunder un piccolo passo avanti per recuperare le aspettative dei fan rimasti fedeli ai primi lavori, cui segue nel 2010 l’ultimo Darkly, Darkly, Venus Aversa una definitiva e buona rinascita musicale all’insegna dell’extreme metal.

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: