Home > Musica > Rrröööaaarrr: i Voivod

Rrröööaaarrr: i Voivod

Si parte con il secondo appuntamento della nostra rumorosa metal rubrica facendo un salto in Canada per incontrare nel fitto buio di foreste primigenie i criminali sonori Voivod.

Progresso e Conservazione: il thrash dei Voivod

di Doom

I Voivod sono considerati come una delle più importanti band trash/progressive metal futuristiche grazie al connubio tra sonorità grezze e ruvide tipiche del thrash metal a tinte black (influenze Venom, Motorhead, Slayer) e sonorità progressive, futuristiche e sperimentali. (influenze King Crimson, Rush, Yes).
Nati ufficialmente nel 1982 con
Denis D’Amour alla chitarra, Jean-Yves Thèriault al basso, e Michel Langevin alla batteria. Nel gennaio 1983 arrivò Denis Bélanger. Lo stesso anno il gruppo registrò il suo primo demo ‘Anachronism’ dove compariva anche l’omonima canzone ‘Voivod.’

Nel 1984 la band dopo aver pubblicato un secondo ed un terzo demo, intitolati rispettivamente ‘To the Death e ‘Morgoth Invasion’, furono notati da Brian Slagel, fondatore e proprietario dell’etichetta indipendente Metal Blade. Sotto l’egida della Metal Blade pubblicarono primo album in studio chiamato ‘War and Pain’ che si presentava al pubblico con sonorità marcatamente thrash metal. Nel novembre 1985 la band comparve accanto a Celtic Frost, Possessed, Destruction e Nasty Savage al Festival di Montreal. Nel 1986 uscì il secondo album ‘Rrröööaaarrr’, album differente dal disco di esordio soprattutto grazie ai ritmi più veloci di chitarra e batteria. L’anno dopo, 1987, venne pubblicato il terzo album ‘Killing Technology’, che segnò il passaggio dal genere thrash metal al progressive e che per primo presenta le tematiche e le atmosfere psichedeliche che caratterizzeranno il gruppo fino al 1993. La stessa voce di “Snake” non ha niente a che vedere con il tipico cantato Trash e, nonostante sia molto espressiva e melodica, ha quel timbro tipicamente sprezzante e strafottente delle voci Punk.

Nel 1988 esce ‘Dimension Hatröss’, album che prosegue la via intrapresa con il precedente lavoro. Musicalmente vengono abbandonate le componenti più furiose e punk per dare spazio alla psichedelia pura, in particolare non vi è più traccia dello screaming forsennato di Snake, marchio di fabbrica dei primi lp e ora totalmente soppiantato dalla sua comunque eccellente voce pulita. Gli ultimi tre dischi escono per la tedesca Noise Records. Dopo la separazione dalla Noise Records, la band firmò con la MCA Records e nel 1989 vede la pubblicazione di ‘Nothingface’, considerato il miglior album della loro carriera; tra le canzoni dell’album troviamo la cover della canzone dei Pink Floyd ‘Astronomy Domine’.

Nei primi anni novanta il bassista Jean-Yves Thériault lasciò la band. Questo non fermò i rimanenti tre membri, che pubblicheranno altri due album (‘Angel Rat’ nel 1991 e ‘The Outer Limits’ nel 1993) dove vengono esaltate le componenti melodiche. Nel 1995, a causa di una forte depressione, il cantante Denis Belanger lasciòla band ed il contratto discografico con la MCA Records non fu rinnovato.

La band decise quindi di firmare un nuovo contratto con la Hypnotic Records. Snake verrà rimpiazzato dal bassista e cantante Eric Forrest, che condurrà i Voivod verso sonorità molto più dure di quelle dei precedenti lavori: nel 1995 e nel 1997 uscirono ‘Negatron’ e ‘Phobos’, caratterizzati da suoni tipici dell’Avantgarde metal. Nel disco ‘Phobos’ collaborò anche Jason Newsted, ancora nei Metallica, per la canzone ‘M-Body’. Nel 2001 Forrest ebbe un incidente con la moto e fu costretto al ricovero finendo addirittura in coma per nove mesi. Durante la sua convalescenza Forrest fu sostituito dall’ex-Metallica Jason Newsted. Forrest decise comunque di non ritornare nella band. Nel 2002 ‘Snake’ ritornò anche lui. La band pubblicherà l’album omonimo ‘Voivod’ nel 2003 dove ritrova il sound ed il feeling dei tempi d’oro.

Nella notte del 26 agosto 2005 il chitarrista Denis D’Amour muore in ospedale a causa di un cancro al colon. Al suo posto sarà chiamato Daniel Mongrain dei canadesi Martyr band di technical death metal. I Voivod pubblicano nell’estate 2006 ‘Katorz,’ in cui si ritrovano le sonorità thrash e progressive dei primi lavori. (‘Voivod’ viene pubblicato dall’americana ‘The Chophouse’ mentre ‘Katorz’ viene pubblicato ‘The End Records’ sempre una indie americana) Nel 2009 esce l’album ‘Infini’ per la leggendaria etichetta ‘Relapse Records’ che prosegue le sonorità di Katorz. Nel gennaio 2013uscirà l’ultima fatica discografica intitolata ‘Target Earth’ per la tedesca Century Media.

Doom

 

Categorie:Musica Tag:,
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: