Home > Musica > Crazy Diamonds – Genesis, “Vision of Angels” (1970)

Crazy Diamonds – Genesis, “Vision of Angels” (1970)

Alla ricerca di piccoli gioielli del prog da tradurre, la memoria torna a quei cinque liceali dei Genesis: dopo il diploma, si chiudono in sala di registrazione per negare il mondo, costruendo architetture di sogni apocalittici e venati di una sottile malinconia amorosa che o si amano o provocano un’invincibile orticaria.
Eppure le poesiole del diario di iun brufoloso Peter Gabriel e dei suoi soci ancora ritornano in mente con insistita tenerezza. Eccovi un pezzo dal secondo album “Trespass” (1970), molto immaturo, ma che forse vale la pena di un ascolto per andare alla ricerca del fanciullino che è in noi.

Genesis- Vision of angels

Me ne sto in una foresta a guardare verso il sole,
osservo gli alberi, non ce n’è alcuno
vedo un corso d’acqua che
sorride e scorre via
corro a sentirne la frescura, ma le acque si disseccano
vedo il suo volto e corro a prendere le sue mani,
ma non capisco perché lei non sia qui

Suonano le trombe e tutto il mio mondo crolla:
una visione di angeli danza nel cielo tutt’intorno
lasciandomi qui: addio per sempre.

Come le foglie precipitano così cadrà il mio amore
perché la fragile bellezza della nostra vita deve svanire,
e sebbene io di tanto in tanto
avverta gli echi della mia giovinezza,
ora io non sento più il passato, nessun amore che sfoci in amore.

Prendi questo sogno che le stelle hanno riempito di luce
mentre i fiori scivolano come fiocchi di neve dagli alberi
per vendetta di un dio che nessuno può raggiungere:
una visione di angeli danza nel cielo tutt’intorno
lasciandomi qui: addio per sempre.

Si muovono i ghiacci, il mondo inizia a congelarsi;
guarda la luce del sole che il gelo ferma ed uccide.
Le menti sono vuote, insensibili si muovono i corpi.
Alcuni credono che vivranno solo dopo essere morti,
io credo che nulla sia una fine

Dio ha abbandonato questo mondo e la sua gente tanto tempo fa,
ma non capisco perché lei non sia mai qui:
una visione di angeli danza nel cielo tutt’intorno
lasciandomi qui: addio per sempre.

  1. novembre 13, 2012 alle 12:07 pm

    bel dono, grazie, marina

    • Franciscus wm
      novembre 13, 2012 alle 8:27 pm

      grazie, e felice di risentirti Marina! un abbraccio: poi ripasso dal tuo blog

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: