Home > Musica > Betty Poison Japan Tour (8) – Fukushima. Bamboline o demoni? Terremoto alle prime luci dell’alba.

Betty Poison Japan Tour (8) – Fukushima. Bamboline o demoni? Terremoto alle prime luci dell’alba.

Betty Poison Japan Tour (8) –
Fukushima. Bamboline o demoni? Terremoto alle prime luci dell’alba.
di Lucia Rehab

Puntate precedenti: Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta, Sesta, Settima.

Il giorno dopo suoniamo ancora con il gruppo di Koji, che stavolta si presenta in acustico con dei brani inediti e una formazione chiamata “Koji and his grunge friends”. Con lui c’è Hideaki, un amico musicista che farà un featuring con lui. Insieme ci parlano della tragedia di Fukushima e ci raccontano di essere andati lì subito dopo il disastro nucleare, sia per “rendersi conto della situazione”, sia per supportare la popolazione locale in preda all’isteria. La cosa mi colpisce molto, in effetti è un tipo di atteggiamento che raramente si incontra ad altre latitudini, specie in situazioni ad alta induzione di panico e dove la presenza fisica di estranei sul luogo del disastro può fare ben poco. Parliamo anche del grunge, di cucina locale e del perché Koji abbia lasciato la scuola per dedicarsi alla musica ed è proprio lui ad aprire i live set, dandoci una bellissima prova di malinconia grunge e straordinaria espressività vocale.
Seguono le stesse ragazze con cui abbiamo diviso il palco anche ad Osaka e che mi ricordano le L7, Megumi, Kanako e Rumi. La cantante è una conturbante bellezza in total black e calze a rete, la batterista è un discreto carro armato sorridente e la bassista, Rumi, è un personaggio assoluto. Dall’esterno sembra una bambolina iperattiva, salta sui divani nella sua gonnellina rosa, ride deliziata, fa “smorfiette” e linguacce e poi sale sul palco ed è di una potenza infernale e di una presenza scenica devastante! Ovviamente anche questo ennesimo “paradosso crossover” mi fa impazzire, essendo abituata a un mondo in cui le “cattive ragazze” che suonano come le L7 si aggirano fuori dal palco con l’atteggiamento di Jennifer Finch e quelle che sembrano cartoni animati poi cantano effettivamente le canzoni di Cristina D’Avena.

Ancora più estremo, da questo punto di vista, il gruppo successivo, la cui cantante si aggira sorridente per il backstage, distribuendo flyers rosa con ripetuti inchini e avvisando tutti che sta per cominciare il suo set. Ha i capelli corti, il classico “faccino pulito”, una gonnellina a pieghe e l’aria innocente, potrebbe essere un’insegnante di catechismo delle elementari. Una volta sul palco, invece, dà vita a una realistica evocazione dell’Anticristo con una serie di urla belluine su più registri, mentre contemporaneamente si muove a scatti mostrando il bianco degli occhi e i suoi compagni di band si danno allo sperimentalismo isterico. Sembra “L’esorcismo di Emily Rose” e io ne ho timore! Da quel momento la ribattezzo “Satana” e la chiamo così anche quando torna “normale” e risponde con timidi sorrisi e sguardi da cerbiatta ai miei complimenti.
Il set dei Pandora’s Bliss è clamoroso, uno dei più belli e potenti di questo tour. Cominciano le invasioni di palco, chi si spoglia, chi si agita, chi si rotola a terra e anche noi in effetti aggiungiamo delirio a delirio, la gente mi commuove, adoro queste persone seminude, mi rotolo nel mio stesso sudore e cerco di esprimere in giapponese tutta la gioia che sto provando. Alla fine ce ne andiamo a dormire a casa di Rye, la ragazza che ci ospita, e alle prime luci dell’alba sono talmente in catalessi da non avvertire una scossa di terremoto che invece terrorizza Nunzio, che all’improvviso sente il pavimento oscillare da una parte dall’altra. Si volta verso Roman, Roman lo guarda e sussurra: “Shakey shakey!”. In Giappone sono cose che succedono.

(continua -8)

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: