Home > Musica, segnalazioni > Out segnala… MasCara, album imminente

Out segnala… MasCara, album imminente

riceviamo e immantinente pubblichiamo…
Nell’attesa del loro 1° Album, “Tutti Usciamo Di Casa”, previsto per Marzo 2012, la band di Varese presenta in esclusiva al MEDIMEX/MEI (25/27 Novembre -Bari) una rielaborazione acustica della title track per Take Away Sounds – Suoni Da Asporto, progetto ispirato ai francesi de La Blogothèque.
Il video sarà on-line il 28 Novembre sul sito www.takeawaysounds.it

Il progetto Mascara è pronto sulla rampa di lancio. L’atteso primo album ufficiale “Tutti usciamo di casa” arriverà con la bella stagione, nel marzo del 2012, ma intanto la band inizia ad uscire piano piano allo scoperto dopo l’ottimo EP “L’Amore e La Filosofia” del 2010. Il primo passo è un video esclusivo girato per il progetto Take Away Sounds – Suoni da Asporto, che si ispira ai cugini d’Oltralpe de La Blogotheque. In cosa consiste? Un video TAS è un docu-clip registrato in piano sequenza e presa diretta in cui gli artisti si esibiscono per sé stessi, raccontando musica, sentimenti e personalità, una performance musicale da prendere e portare dove si vuole: anche molto lontano !

Suoni Da Asporto” verrà presentato ufficialmente dal 25 al 27 novembre al Medimex, la Fiera delle Musiche del Mediterraneo a Bari (stand 15), dove verranno mostrati tutti i video girati fino ad oggi dai giovani ideatori pugliesi del format. Tra questi quello dei Mascara, un’esclusiva rivisitazione acustica del brano “Tutti usciamo di casa”, registrato nella suggestiva atmosfera del Conservatorio G.Verdi di Milano.

Il video sarà disponibile da lunedì 28 novembre sul sito www.takeawaysounds.it

Mascara in breve:

Nei primi mesi del 2010 i MasCara pubblicarono l’EP “Amore e filosofia”, un lavoro autoprodotto che fece registrare una valanga di giudizi positivi. Sono trascorsi quasi due anni e nelle vite di questi cinque musicisti di Varese sono successe (e cambiate) tante cose. In poche parole, sono diventati grandi. Un messaggio che non si può non cogliere nel loro disco d’esordio “Tutti usciamo di casa”, un concept-album in cui si sente l’odore del cambiamento, la voglia di affacciarsi al mondo in modo differente, il passaggio dalla giovinezza all’età adulta, senza dimenticare ciò che è stato, anzi valorizzando le proprie origini e di propri ricordi. In tempi di bombardamento mediatico sarebbe risultato forse inopportuno raccontare tutto questo sotto forma di cronaca, ed ecco allora una raccolta di storie che trascendono il qui ed ora, fino all’origine della natura umana.
C’è la pomposità tipica dell’adolescenza di
“Dorian”, la tensione che si avverte quando il cambiamento sta per arrivare (“I giorni di Urano contro”), la raccolta dei ricordi di casa prima di partire ispirata alle immagini del fotografo francese Doisneau (la title-track). E ancora il sapore mediterraneo di “Da uomo a uomo”, l’urgenza giovanile de “La stanza” (il primo brano mai composto dalla band lombarda), la dedica ai padri di “Un figlio lo sa”, l’amore de “Le città da costruire”, il diritto di vivere il proprio tempo (“Tempo prendimi per mano”. E infine la chiusura de “L’ultimo viaggio di Argo”, una nave mitica sul punto di morte, pronta a fare spazio alle generazioni future, dando loro l’esempio di una vita vissuta come una grande e meravigliosa impresa.

Il filo che unisce tutto ciò è la new-wave, un sound che per i MasCara vuol dire passione. Si punta a raccogliere il testimone di band italiane che hanno fatto la storia del genere, come Diaframma, i primi Litfiba, affacciandosi fino agli Scisma ed alla tradizione cantautorale italiana, con uno sguardo nella terra d’Albione di Cure ed Editors. Un passaggio che dovrebbe avvenire quasi naturalmente, come accade nel mondo anglosassone, ma che nell’Italia dove ai giovani non viene concesso di cavalcare il loro tempo, è molto più complicato. Rivalsa, ma anche voglia di comunicare tra generazioni diverse, di padre in figlio: un grazie a chi è venuto prima, parlando a chi si trova ad affrontare il passaggio all’età adulta oggi, fino a tramandare il messaggio a chi verrà dopo di noi.

IL DISCO

Tutti usciamo di casa” è stato registrato presso il Mono Studio di Milano con Matteo Cantaluppi (già al fianco dei MasCara sul primo EP e produttore di The Record’s, Edipo, Canadians, Nesli) e Matteo Sandri (Rezophonic, Sananda Matreya), con la collaborazione di Ivan Rossi (Bachi da Pietra, Zen Circus, Virginiana Miller) e Raffaele Stefani (Gianna Nannini, Amor Fou, Morgan).

Da segnalare la partecipazione di un’orchestra composta da giovani musicisti classici dai 17 ai 28 anni diplomati o studenti al Conservatorio (2 violini, viola, violoncello, oboe, fagotto, marimba, flauto, percussioni) ed un coro di bambini  registrato nella parrocchia di Somma Lombardo. Largo ai giovani.

LINKS
MASCARA WEBSITE: http://www.mascarawave.it
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. dicembre 13, 2011 alle 12:04 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: