Home > Intervista, Musica > Out intervista… Le Fate Sono Morte

Out intervista… Le Fate Sono Morte

La morte delle fate?
by Francesca Paolini

È tempo di novità… e il Blog di Out è lieta di presentarvi una band, Le Fate Sono Morte. Nascono a Milano nel gennaio del 2009 e iniziano a fare la gavetta suonando e facendosi conoscere esibendosi dal vivo nei locali in provincia di Varese, Como, Milano, Bergamo. Nel settembre del 2009 esce il loro primo demo, composto da quattro pezzi che si intitola “Benvenuti negli anni zero”: partecipano al concorso rock di Varano Borghi, ne escono vittoriosi e un mese dopo registrano il primo Ep “SERIA(L)MENTE”. Abbiamo fatto due chiacchiere con il cantante Andrea Di Lago.

Out. Le Fate Sono Morte chi sono? Presentaci la tua band.
Andrea.
Mi presento, sono Andrea, il cantante e chitarrista de Le Fate Sono Morte. Per prima cosa vi ringrazio per averci dato spazio. Passo subito a rispondere alle domande .
Chi siamo…? Noi siamo Le Fate Sono Morte, un gruppo rock che vive tra Milano e Varese, suoniamo insieme dal 2008. La formazione attuale è formata da me (voce e chitarra), Federico (chitarra solista), Stefano (basso) e Giuseppe (batteria ).

O. Come mai questo nome? Una triste constazione della società attuale?
A. Esattamente così, in “questi cazzo di anni zero” (come diceva qualcuno) è difficile riuscire ad avere delle certezze, crearsi qualcosa. Il precariato non è più solo lavorativo, ma lo si può trovare in tutti i campi , soprattutto in quello affettivo. Molto spesso noi ci troviamo ad affrontare nelle nostre canzoni temi come l’amore, come la disillusione , come l’ abbandono, la perdita delle certezze e quant’ altro. Personalmente invidio molto chi sa già che domani andrà tutto bene. Vivere nell’ incertezza dopo un po’ snerva: anche se c’è chi dice che tutto questo è molto rock, io amo la tranquillità e la sana routine, sarebbe già un buon inizio.

O. Nei vostri testi si parla d’amore e di disillusione. Come nascono i vostri testi?
A. Ecco , mi aggancio a quello che stavo dicendo nella domanda precedente .
Le nostre canzoni nascono da quello che viviamo, dalle esperienze che facciamo, vita vissuta, cose che vediamo ogni giorno, ciò che leggiamo, quello che proviamo che viviamo sulla nostra pelle, quello che ci dice il nostro stomaco. Tutto questo finisce dentro i testi e nella musica. Per noi i testi sono una delle parti fondamentali di una canzone, quindi cerchiamo di curarli il più possibile: i significati possono avere svariate interpretazioni; sta agli ascoltatori e a ciò che provano riuscire ad entrarci dentro.

O. Quali sono le vostre influenze musicali?
A. Durante gli anni ci hanno paragonato a tante band tra cui Afterhours, Giorgio Canali & Rossofuoco, Le Luci della Centrale Elettrica, Malfunk, Angeli (per chi se li ricorda) , Marlene Kuntz, Verdena ecc… insomma le band che vanno per la maggiore nell’ underground in questi ultimi anni. Ne siamo più che onorati visto che sono tutte band che seguiamo nei live e ascoltiamo da tempo. Il suono però è nostro non cerchiamo di copiare nessuno nè esser la brutta copia di nessuno, cerchiamo di esser il meglio di quello che possiamo e potremo essere: Le Fate Sono Morte, nel bene o nel male, che piacciano o no.

O. Se doveste scegliere un artista o una band con cui condividere il palco, chi vorreste con voi?
A. Se dovessi scegliere una band a cui vorrei aprire un live, non posso fare altro che dirvi Le Luci Della Centrale Elettrica, ma penso sia davvero difficile; non mi dispiacerebbero neanche i Fine Before You Came. Come artista è difficile fare un nome solo: lancerei un saluto e un sorriso alla nostrana Ilenia Volpe, poi chissà…magari le arriva e si riesce a fare una collaborazione.
Essendo un fan e ascoltatore della scena emergente underground italiana, quando si riesce, cerco di condividere il palco con band che amo ascoltare o vedere live, così unisco le due cose e la soddisfazione di conoscerli e aver condiviso pure una serata con loro è tanta. Siamo stati molto fortunati a mio avviso ad aver condiviso palchi con band che stimo molto, tipo Requierm For Paola P, Yokoano, Grenouille, Nemesi, questi per fare giusto qualche nome .

O. Avete in programma un tour invernale, vero?
A. Si abbiamo in programma un bel tour, è partito nel settembre del 2011e vediamo di portarlo avanti finchè si riuscirà. Siamo sempre in giro a suonare ormai da tre anni senza quasi fermarci, giusto gli impegni lavorativi o gli esami scolastici ci tengono lontani dal palco, abbiamo, come tutti, i doveri di ogni giorno da affrontare ed essendo in 4 dobbiamo riuscire a conciliare il tempo a disposizione.Non e’ facile ma cerchiamo comunque di fare del nostro meglio.

O. Vuoi ricordare ai lettori le coordinate per rimanere aggiornati su concerti ed eventi relativi alla band…
A.
Sì, allora , vi dò semplicemente un sito: www.lefatesonomorte.com , abbiamo racchiuso tutto quello che ci riguarda lì dentro. Colgo l’occasione per ringraziare il nostro webmaster Sergio Calandra: pensiamo ad un inversione di rotta rispetto a gli ultimi anni in cui i siti come myspace la facevano da padrone. Penso che per non rimanere uno dei tanti gruppi su delle piattaforme tutte uguali, serviva avere davvero un nostro spazio e le statistiche di visualizzazione ci stanno dando ragione!!!

  1. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 12:09 am

    MAH COGLIONE RIPIGLIATI AAHAHAHA

  2. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 12:12 am

    ma, io mi domando ma non avete un cazzo da fare?? la certezza/sicurezza di certo non ce la date voi, “le fate sono morte” e chi cazzo sono???? ma cerchiamo di far valere la vera musica in italia!

  3. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 12:13 am

    a burino, ma passa da roma che te faccio en due!

  4. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 12:15 am

    aspetta aspetta, ora accendo la tv e vi cerco aspetta..ops non vi ho trovato…che dispiacere ma tornate a casa che è meglio!!!!!

  5. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 12:16 am

    ma piantatela, di produrre sta merda de robba…

  6. clà
    novembre 9, 2011 alle 2:29 pm

    non so se i commenti sopra sono semplice provocazione o… la musica è territorio vasto, i gusti son gusti, ognuno continuerà a pensarla come gli pare…

  7. LILT-Sezione Varesina (ONLUS)
    novembre 9, 2011 alle 3:15 pm

    sono semplici troll…

  8. Franciscus wm
    novembre 9, 2011 alle 6:47 pm

    Il bello di internet

    un attimo prima sei su una fanzine musicale

    un attimo dopo ti trovi come da Giggi er Troione a commentare parti anatomiche con accompagnamento musicale

    massì, abbasso il buonismo

    peccato che poi chi spara a salve, neanche si firma…

  9. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 8:01 pm

  10. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 8:07 pm

    mi fanno ridere persone che scrivono cazzate del genere , non vengono neanche prese in considerazione😉 .

  11. Anonimo
    novembre 9, 2011 alle 8:14 pm

    mah ragazzi, okay tutto però dai…non è giusto criticare in questo modo, però anche voi fate roba buona almeno…non sta roba…

  12. Anonimo
    novembre 14, 2011 alle 9:30 pm

    ahhahah , ci fa’ solo piacere che commentante . cmq http://www.lefatesonomorte.com quando non sapete cosa fare passate anche di li’ a dire cazzate😉 in bocca al lupo internauti

  13. Anonimo
    novembre 15, 2011 alle 4:24 pm

    Grazie a tutti quelli che ci insultano!!! ci fa solo piacere vedere gente che guarda la nostra intervista!!

    già che ci siete sparatevi anche il nostro sito web

    http://www.lefatesonomorte.com

    Grandi!!!!
    Vorrei proprio sapere chi siete…anzi forse già lo so, piccoli uomini!!

  14. Franciscus wm
    novembre 15, 2011 alle 8:14 pm

    Non fate prima a trovarvi come nei romanzi di Dumas all’alba dietro il convento delle carmelitane scalze, accompagnati dai vostri secondi?

  1. novembre 9, 2011 alle 8:10 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: