Home > Uncategorized > Promemoria: Mi sono davvero rotto le scatole!

Promemoria: Mi sono davvero rotto le scatole!

Che mondo cane! Non trovo altre parole. Un cane sai com’è, ti è amico se gli sei amico e ti è nemico se lo prendi a calci. Ed il mondo giorno dopo giorno lo vedo così, come un cane. Tento in tutti i modi di essergli amico, di farmi avvolgere con passione dagli avvenimenti che mi attorniano, ma diamine non ce la fò! Voglio dire, insomma, è più facile a dirsi che a farsi. E’ facile dire “prendi la vita con positività”,oppure , “al mattino svegliati sempre con un sorriso”, oppure ancora “fai del bene e riceverai del bene”. Che maledette frasi scontate! Oggi è la serata del cinismo e proprio non riesco a liberarmene. Ogni tanto esplodo un po’ (come se si potesse davvero realizzare una combustione ben controllata, calcolando nei minimi dettagli le dosi di O2 necessarie alla reazione!). Perdo le staffe e vorrei urlarlo a destra e manca. Saltare su una sedia e dire “Ehi voi, io mi sarei anche rotto le scatole”, salire su una torre e buttar giù milioni di volantini con su scritto “Sono stufo anche di te che stai leggendo questo foglio”. Questa rabbia o strana agitazione, chiamiamola come vi pare, non so bene da dove arrivi ma so che se di tanto in tanto non saltasse fuori rischierei davvero di prendere un martello e distruggere tutto ciò che mi capita sotto tiro.

Forse, un’idea di quale sia la scintilla di tutto questo io ce l’ho! Credo, ma badate non son minimamente sicuro, è tutta colpa delle catene. Non parlo di catene vere e proprie, parlo del sentirsi privi di libertà alcuna, privi della possibilità di scegliere in tutto e per tutto come far evolvere la propria esistenza. Nonostante tutto, non m’ impongo certo di sostituire chissà quale divinità esistente o non esistente, chiedo solo di poter fare un piccolo preventivo della mia vita, un preventivo a breve termine sia chiaro, ma un preventivo che possa poi autofirmarmi e mettere in un cassetto al caldo ed al sicuro! Non scriverei mica un poema, ci butterei dentro due o tre righe ben ponderate che possano riassumere con molta sobrietà quello che mi andrà di fare! Detto ciò, non so bene se questa cinica follia durerà ancora abbastanza per scrivere questa specie di testamento. Se ciò non accadrà lascio in memoria questo bizzarro post, nella speranza che quando e se lo rileggerò mi renderò nuovamente conto che MI SONO DAVVERO ROTTO LE SCATOLE!

Categorie:Uncategorized
  1. WebmasterMascherato
    novembre 28, 2010 alle 7:27 pm

    Ciao Cris, intanto, bentornato.
    Ricordi che ti davo del democristiano una volta? Non era un giudizio politico, ma riguardava l’attitudine al calcolo, al controllo analitico, all’autocontrollo razionale.
    Preso dalle mie beghe con Caputo e compagnia non ricordo se ti ho mai messo in guardia contro questo eccesso di scienza e di analisi, se sono riuscito attraverso la letteratura, la poesia o altro , di farti intravedere il caos emotivo, esistenziale, solipsistico in cui sono immersi gli uomini.
    Le parole d’ordine, come tu stesso dici, sono “sorridi, sii positivo”, ma spesso sono dette da chi vuole venderti qualcosa o farti votare qualche faccione sorridente.

    Vedo che Milano ti fa bene, perché finalmente i rospi acidi vengon fuori. Spiace perché se hai bisogno di lanciare messaggi in bottiglia, significa che tanti sogni forse si sono infranti dietro grigiori e indifferenza.

    Ma noi siamo qua, lontani e vicini, quelli che hai conosciuto e ti conoscono, pronti a scommettere che nemmeno tutta la nebbia dei meneghini ti piegherà

    con immutata stima,

    un vecchio prof

  2. Cristian
    novembre 28, 2010 alle 8:25 pm

    Eh si il messaggio in bottiglia l’ho lanciato perchè è sempre meglio non liberare solo al vento quello che si pensa. Uno sfogo d’impeto a volte è proprio quello che ci vuole! Qui è tutto (o quasi) un altro mondo e non tutto è facile come molti e tanti dicono o pensano. Accolgo l’incitazione e non farmi piegare, tengo duro perché non importante non riuscire a scrivere il preventivo, l’importante è averlo sempre in testa!

    Grazie del commento tempestivo, e voglio dire, senza esagerare minimamente, che è stato per me (e spero anche per gli altri ex compagni), di grande valenza e importanza personale, incrociare scolasticamente parlando e non, un prof come lei!

    Ps: “Potrebbe esser peggio! Potrebbe piovere” [cit.]😀😀

  3. WebmasterMascherato
    novembre 28, 2010 alle 8:54 pm

    Sai, poi alla fine mi sa che ho imparato più di quello che ho insegnato.
    Se scendi, ci facciamo una “cervantes” con saro, davide e gli altri: fatemi pure un fischio

  4. Cristian
    novembre 29, 2010 alle 9:50 am

    Assolutamente!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: