Home > Uncategorized > Il peso di luoghi amari

Il peso di luoghi amari

So che il re del Laos impone al governo di tenere un indicatore della felicità dei suoi cittadini. Non so su quali parametri, misurazioni tipo Istat e panieri di sentimenti si basi questo indicatore (sulle canne fumate? sui baci quotidiani dati e ricevuti?); so di certo qual è il mio indicatore negativo.

Per me è indice di una vita grama ed infelice avere troppe chiavi: se ne hai un bel mucchio significa che vivi ramingo per il mondo e ti devi spostare in troppi ambienti, che devi avere troppi posti dove andare, troppi luoghi di origine cui ritornare. Il peso si moltiplica per ognuno dei luoghi a seconda del numero dei cancelli, garage, portoni da aprire, con tante, troppe sequenze da memorizzare o razionalizzare con segnachiavi, chiavi colorate e compagnia bella.
Il peso del portachiavi, che spesso va diviso in più mazzi, va tenuto nella tasca dei pantaloni, altrimenti si disperde in un labirinto di giacche, cappotti, sahariane della primavera, provocando una moltiplicazione vertiginosa di tasche in cui cercare, recessi, pieghe.
Ogni luogo che ti accoglie ti chiede come precondizione una chiave che ne disveli i segreti, che col suo “Apriti, sesamo” riapra ai tuoi occhi un nuovo luogo sempre più sconosciuto di prima.

E dato che le chiavi fisiche non si possono eliminare, procedo da oggi a sfrondare le chiavi virtuali, dando all’unica parola, sconosciuta a chiunque, l’accesso a tutti i luoghi virtuali del mio mondo, sperando di alleggerire presto le mie tasche di pesi sgraditi, di luoghi ingrati.

  1. Anonimo
    novembre 23, 2010 alle 9:29 pm

    E’ proprio per questo che continuo a perdere mazzi di chiavi.

  2. Anonimo
    novembre 23, 2010 alle 9:30 pm

    anonimo è Rox. Moi. Me. In the flesh.

  3. clà
    novembre 26, 2010 alle 2:29 pm

    A me ogni tanto mi scappa fuori una chiave “nuova”… le chiavi d’abitudine (quelle più usate) rimangono le solite: casa e macchina. Tutte le altre che mi ritrovo… non so (non ricordo più) cos’è che “aprono”!

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: