Home > Uncategorized > Seconde Chance

Seconde Chance

Oggi faccio un clamoroso outing, visto che Tiziano Ferro ormai fa scuola, conscio che forse lo sputtanamento che ne seguirà mi tormenterà per tutta la vita. Ma mi tocca farlo.

Rassicuro le mie numerose fans (le quali non riempirebbero nemmeno la metà di un ascensore pre-bellico) che non ho da fare dichiarazioni omoerotiche (apro una parente: Outbook2 sarà quasi tutto omoerotico e io non so che quiz scrivere). Devo confessare, tuttavia, che non mi perdo una puntata di Seconde Chance, una soap opera zuccherosissima, stilosissima, con la protagonista con un carrè che sfida la gravità, la vicedirettrice che porta minigonne ascellari pure a Febbraio, coi gay che gli manca il cartello “Io sono un fan di Marco Carta” attaccato al collo.

Escludendo un certo ritmo e il bel musetto di Alice, quindi, ho poche ragioni “artistiche” da addurre a questa mia insana passione (20.20 su RAITRE). A questo punti, mi conviene fare necessario autodafè.

Mi accorgo che nel mio processo di alfabetizzazione, le mie prime letture, gli ascolti, le visioni sono piene di soap e feuilleton di ogni genere. A casa mia non mancava mai (e non manca tutt’ora) una copia “Grand Hotel” con le copertine di Walter Molino e i fotoromanzi con Katiuscia e Massimo Ciavarro, con amori contrastati, metropolitani, lietofiniti, che convivevano con raccontini rosa e gialli, macchine narrative sempre uguali, buone per un attimo di necessaria consolazione.

In tv le telenovelas con Veronica Castro non mancavano mai, a migliaia per migliaia di puntate, come “Mariana“, una roba che “Un posto al sole” in confronto è un telegramma; storie immense, morbose, piene di facce da indio e bellezze mediterranee e di tipi con nomi tipo “Chamurro” (perfetto per il mio futuro cane).

Col passare del tempo i miei gusti cambiano,  mi son messo a leggere Dostoevskij e altra gente seria, sostituendo la tv serale con le partite al Commodore, cosicché Grand Hotel viene relegato ai margini e Castro diventa solo Fidel.

Poi, ere geologiche dopo, arriva Alice, la sua vita squinternata, i suoi amori repressi e improbabili, i suoi amici pirla e la sua faccia furbetta. E ogni sera mi consolo di nuovo, stanco di troppe idiozie, con uno spettacolo babbeo ma necessario, tornando un po’ il bambino che cantava “Mariaaaanaaaa non sorride piùùùùùù”, mentre ora fischietto il ritornello di quella serie in rosa, perché domani è un altro giorno…

  1. rox
    ottobre 9, 2010 alle 2:28 pm

    aaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh anch’iooooooooooooooo!!!!! Anch’io lo vedo!!!!! Anch’ioooooooooo!!!!!!!!! Mi piace troppo!!!!! Speriamo non lo tolgano dalla programmazione!

    • WebmasterMascherato
      ottobre 9, 2010 alle 5:59 pm

      Miii pensavo mi avresti sfottuto per l’eternità… quindi all together

      “Du-du-dùddu
      Du-du-dùddu
      Second Sciaaaaaaans!”

  2. lally
    ottobre 11, 2010 alle 11:43 pm

    Mah!!!!!!! Cercherò di non essere troppo acida: Penso che le poche persone che lo guardano, è perchè viene dopo blob e uno è troppo impegnato con la cena per cambiare canale. Con l’ entrata in europa ci continuano ad arrivare soap di dubbio gusto, quali: Squadra speciale cobra 11, Rex, Tempesta d’ amore. L’ elenco potrebbe continuare.
    Per la Rox: Stò lavorando al fumetto ma è un osso duro…. buona notte
    lally

  3. WebmasterMascherato
    ottobre 12, 2010 alle 7:59 am

    @Lally: esatto, il meccanismo della scoperta è proprio questo. A differenza delle pessime produzioni importate che tu citi (e io ci metterei in mezzo anche le pessime produzioni nazionali come “Un posto al sole” o “Agrodolce”), Seconde Chance è un prodotto leggero e abbastanza divertente.
    Sai che ci rode? Che una splendida rete come RaiTre sia stata devastata dalle fiction per casalinghe di Minoli e che tutti gli spazi di sperimentazione siano stati annullati.

    Vogliamo Lally acida! Esprimiti!!!

  4. clà
    ottobre 12, 2010 alle 11:01 am

    Attento: la lally acida… è una mitraglietta! Poi non si salva nessuno! Facciamola lavorare al fumetto che è meglio…
    ps: scaricate ieri notte le strip di goccia, poi ti mando mail

  5. Tereza
    ottobre 12, 2010 alle 5:38 pm

    Sai, non ho mai seguito neanche una puntata della serie, ma lei, la protagonista, mi è stata da subito simpatica, così poco americana e perfettuzza fin dal primo sguardo.
    Quanto alle copertine di Grand Hotel che dire? sembrano un esempio di realismo socialista rivisitato in chiave italiana, con quelle facce polpute dai colori forti, terracottati direi, di spessore fisico esagerato fino all’asimmetria più lombrosiana.
    Grand Hotel è l’immagine-ricordo di un mondo antico, spesso contadino, che guardava alla cronaca e ai famosi della cronaca con un atteggiamento fumettistico e sognatore, oggi improponibile.
    Oggi tutto è fotograficamente vero, soprattutto il falso e il taroccato dei corpi e delle facce: per i disegni e per i Walter Molino non c’è più spazio.

  6. WebmasterMascherato
    ottobre 12, 2010 alle 5:49 pm

    @Cla: huahua ti ricordo che io sono allenato alla malvagità assoluta , almeo 4/5 ore con le mie povere vittime al giorno (BWABWABWA – risata cavernosa)

    @Tereza: verso la fine degli anni 70 le vignette di Walter Molino, brillanti e ironiche, furono sostituite da brutte foto, con le realtà taroccate che prendevano posto all’irrealtà artistica, così, come dici, lombrosiana e figlia di un gusto ormai scomparso.

  7. Davide
    ottobre 13, 2010 alle 11:03 am

    Porco mondo O_O

    Mi assento per un po’ di tempo e vi ritrovo a parlare di GrandHotel (lo trovavo sempre da mia nonna, ma non è una buona scusa per rivalutare le soap!). Posso capire un vecchio marpione come il prof, stregato magari da qualche bella ragazza, ma Rox! Tu quoque!

    Penitenziagite! W Ėjzenštejn!

    (Un saluto a tutti :D)

  8. WebmasterMascherato
    ottobre 13, 2010 alle 5:51 pm

    @Davide: per un po’? fra poco sguinzagliavo i cani lupo o la Sciarelli… Se ci pensi bene, le soap sono ripiene di fanciulle che all’occhio dànno gaudio (da’ un’occhiata a Centovetrine, c’è tanta bella roba), ma di solito il livello davvero infimo delle storie e la recitazione canina fanno cambiare canale in maniera pressoché automatica. SC è un prodotto molto carino, invece: se cerchi carrozzine che rotolano, primi piani di recitazione straniata e brechtiana e robe amene del genere, basta che metti il tg1.

    (saluti ^^)

  9. lally
    ottobre 14, 2010 alle 12:29 am

    eeeeeeeeh Fra come ti capisco!!!! Allora non è solo mia l’impressione del vuoto toltale nella tv, più aumentano i canali e più aumenta il vuoto. Per fortuna nell’ età della “detta critica” mi sono potuta nutrire della rai tre “comunista” cioè attenta ai contenuti alla critica e alla ricerca. Blob non ero diluito come oggi, la S. Guzzanti era di casa e fuori orario non dava films cinesi del 1920 con sottotitoli ma films di Pasolini ecc. Mi fermo quà altrimenti andrei avanti per ore a parlare dei bei tempi.
    Ps:Che paura la tua risata cavernosaaaa!!!
    Pps:Mi piacciono le virgolette
    buona notte a tutti

  10. Baldo, la primadonna
    ottobre 15, 2010 alle 8:34 am

    x Lally
    Mi hai appena dato una bella idea per un fumetto sulla TV di m***a di oggi da proporre alla Clà per il prossimo numero di Out.😛

  11. clà
    ottobre 15, 2010 alle 2:25 pm

    Eppoi lo facciam disegnare alla lally!

  12. Baldo, la primadonna
    ottobre 15, 2010 alle 3:14 pm

    X Clà
    Mi pare il minimo!
    L’ispirazione me l’ha data lei con i suoi commenti, quindi quando sarà… la disegna e zitta!😛

  13. lally
    ottobre 16, 2010 alle 12:04 am

    ok non farò più commenti! sono troppo ispiranti. Eh lo sò sono troppo saggia !!!!caro Baldo io ……zitta?!! neanche con il mal di gola. 😦

  1. dicembre 10, 2010 alle 5:05 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: