Home > Uncategorized > Voci su Outbook – Recensione di Claudia Amantini

Voci su Outbook – Recensione di Claudia Amantini

Scrivere di un libro non è facile, specie se nel libro in questione si è fortemente coinvolti, specie se lo si è partorito.

Difficile parlare in maniera obiettiva di qualcosa di cui si è seguito passo per passo ogni singolo movimento: l’idea (concretizzare i presupposti, pensare ad un bando di concorso), la raccolta (niente grano… pagine scritte che si accumulavano per posta tradizionale o per mail), la votazione (è per chi non è un critico letterario come me, si seguono le sensazioni, gli umori, i gusti, gli odori…), la “correzione/omologazione” (meno male che il lavoro vero di editing l’ha fatto qualcun altro), ed infine la parte forse più “noiosa”, quella burocratica…

E poi cercare di mantenere il piede in due scarpe (o forse più): rapporti con il mecenate (qualcuno disposto a pagare, e non poco, per un progetto comunque “ambizioso”), rapporti con gli editori (prima di approdare in Edarc sul tavolo ne avevamo altri), rapporti con gli autori (e votata all’autoproduzione come sono, facile l’identificazione con chi sta dall’altra parte), rapporti consolatori per sbattimenti, chiusure, ritardi con tutti gli altri del Gruppo Out…

Un libro quindi faticoso, un libro che mi ha stancato, un libro che ora, ad averlo in mano, ricompensa. Sono soddisfazioni.

Pace per chi ne è rimasto fuori.

Dicevo, averlo in mano ricompensa, gratifica. Un’impronta Out l’abbiamo data. Forse di impronte ne abbiamo lasciate due. La prima riguarda l’abito: ci è stato concesso di avere carta bianca sull’impostazione grafica, e la copertina ricollega al nostro essere Out (come per la fanza, come per il Deluxe by Cagliostro). La seconda è il contenuto: i racconti che sono finiti dentro rispecchiano i nostri gusti, se ci fossero capitati sotto, senza il libro, molto probabilmente li avremmo pubblicati sulla nostra fanzine.

Tornando al libro, ai suoi racconti, ognuno di noi ha la sua visione. Ognuno di noi ha i suoi “preferiti”. Mettendomi dall’altra parte, a questo giro dalla parte di chi guarda ad un “progetto”, c’era la volontà di mischiare le carte, di allargare quello che era partito come filo-conduttore per contaminare l’amore, per mostrare più facce dell’amore…

Ho gradito il racconto di Belloni, perché “sporco”, carnale, diretto.

Mi sono piaciuti Misiti e Occhionero, carichi di quell’ironia che ne avessi solo la metà sarei felice.

Intriganti Bernacchia e Padilla, perché affrontano l’omosessualità con tocco leggero, donando ritmica e delicatezza.

Belle le pagine della Sbrana, capaci di farti entrare la tristezza nelle ossa.

La fantascienza non è il mio forte (più che con Asimov io sono cresciuta con Tondelli, Bukowski e compagnia beat), ma pure questa è ben rappresentata (Cattaneo-Tanci-Piccoli-Zanini).

Sarò pure autocelebrativa, ma come ho già avuto modo di dire, questo OutBook a me piace così com’è.

  1. luglio 19, 2010 alle 1:00 pm

    Claudia, hai fatto un grande lavoro: non finirò mai di ripetertelo!🙂

  2. WebmasterMascherato
    luglio 19, 2010 alle 1:22 pm

    Non finire, non finire… in fondo siamo dei vanitosi…😄

  3. cla
    luglio 19, 2010 alle 3:07 pm

    Grazie per l’ottimo lavoro (anche se poi, e a quanto pare non solo io, l’auto-critica interna… una volta fatto si guarda a ciò che si poteva fare meglio, ma l’insoddisfazione è umana).
    Oh, allora vado a prendermi il vestitino da vanitosa…

  4. Anonimo
    luglio 21, 2010 alle 4:45 pm

    cara Claudia sono il fotografo lino palmesi amico di giovanna filocamo se posso vorrei inviarti la foto scattata qualche mese fa presso il locale ithaca,se ti fa piacere inviami la tua e mail a linopalmesi@libero.it un caro saluto,Lino.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: