Home > Uncategorized > Sei stato nominato: morte prima degli esami

Sei stato nominato: morte prima degli esami

ok, è una paraculata, ma mi sono quasi commosso...

PRIMA PROVA: COMPITO DI ITALIANO

50 persone con le occhiaie.

I candidati stanno seduti in un binario fatto di banchi e sedie. Ci sono quelli che io speriamo che me la cavo, che hanno portato lo zaino solo per tirare fuori una penna e quelli che si portano una torre di vocabolari. Hanno tutti una paura fottuta, specie dell’insegnante che non conoscono.

Ci si prova a dare le indicazioni giuste, a parlare con tutti e 50 prima dell’inizio, a dare qualche input per evitare che sbarellino.”Questo è l’esame dei ragazzi, non dei professori”: non fare il protagonista, ché sei una comparsa, bimbo.

Ma vaffanculo, ci godi a vederli così? che non sanno neanche leggere queste tracce che sembrano scritte da un imbecille che vuole formare bimbominkia?

Ma vaffanculo veramente… Saranno pure degli sfaticati, una generazione che sbanda, ma che ci stiamo a fare noi, se non diciamo loro di andare verso il meglio, di fare meglio, di vivere meglio questo momento e i prossimi?
Decido di fottermene, e se poi diranno che è colpa del prof se hanno scritto sciocchezze, farò la faccia alla Rain Man e penserò solo alla formazione del mio fantacalcio da schierare sabato (vabè, tanto gioco con l’ultima in classifica, ma ho il mio migliore terzino squalificato).

Il bello è che guardo quelle facce e ci colgo vaghe somiglianze con le persone del passato: quello che ha gli stessi occhiali di Antonio e gli stessi fogli nascosti nello Zanichelli, quella che pare la Silvia che fa le scalette come lei e scrive con furia rileggendo tutto con smania perfezionista, quello che assomiglia a Francesco e fa l’esame come se giocasse a dadi, aspettando l’imprevedibile.
Ma mi accorgo di come siano verie, immensamente varie le facce dell’uomo, perché in ogni volto scopro anche cose che non rivedrò in nessun luogo del mondo.

illogico, questo paese è proprio illogico...

PS. Non parliamo delle tracce, roba da postdemocrazia: discorsi di Mussolini e spazio a d’Annunzio… felicità e ufo, e sbagliano pure a scrivere “Star Trek” (il signor Spock si rivolterà nella capsula orbitale…).

  1. davidet89
    giugno 23, 2010 alle 11:22 am

    E vogliamo parlare delle foibe?
    Giustamente solo dal 1943, quello che è successo prima non esiste.

  2. WebmasterMascherato
    giugno 23, 2010 alle 11:27 am

    il tema sulle foibe è naturalmente un colpo ai “cattivi comunisti”, non certo una seria riflessione storica sulla follia omicida degli anni ’40 del ‘900

    aver elevato un dittatore sanguinario a statista e leader è uno scandalo ancora peggiore

    http://www.repubblica.it/speciali/maturita-2010/2010/06/23/news/quelle_parole_che_gondano_sangue-5079213/

  3. davidet89
  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: