Home > Uncategorized > Sei stato nominato! prima parte

Sei stato nominato! prima parte

sempre sia lode a Star Walls!

Da oggi blogdiout si converte al reality, ma senza fanciulle scosciate o secchioni. Non ci sono né le une, né gli altri.

La trista e cruda realtà di cui parleremo sono gli esami di maturità. Taccuino alla mano, vivrò dall’altra parte della scrivania, quella della gente cattiva, le ansie di simpatici analfabeti a cui non importa una pippa di quello che mi stanno per raccontare, ma devono convincermi che si farebbero tagliare il braccio per tutelare l’onorabilità di Ugo Foscolo e Aleardo Aleardi (chi è Aleardo Aleardi? CHI È ALEARDO ALEARDI??? BOCCIATO, si accomodi!!!).

Cominciare da dove? Facile, dall’inizio… è quello che dico ai candidati con aria sadica. Beh, mo’me lo dico da solo.

L’inizio sono le segnalazioni. “Le segnalo”, “mi hanno segnalato”, “sa questo è un ragazzo sfortunato, se lei potesse…” e improvvisamente la feccia della società odierna, gli insegnanti, quelli che nessuno caga più di un parcheggiatore abusivo, divengono il perno di speranze, sogni in cui il 100 assume una valenza quasi mistica, un numerino che impomatati genitori, perlopiù serissimi professionisti baffuti (madri comprese), chiedono come giusta ricompensa per aver lasciato i figli davanti alla playstation dalle elementari fino al quinto superiore.
E se gli spieghi la verità si incazzano.
Se gli spieghi che l’esame così com’è fatto estromette l’esaminatore, lo rende il notaio dei voti ricevuti a scuola. Perché i voti vengono dai crediti scolastici più che dal compito e dal colloquio. E figurarsi se mi fanno passare il voto basso di uno che ha fatto scena muta, che in teoria nemmeno doveva accedere all’esame, ma i santi patroni hanno presentato con voti che nemmeno Italo Calvino poteva avere.
Se gli spieghi la verità, si incazzano di brutto. Pure…

Gli impomatati patroni del povero fanciullo passano poi ai colleghi, che morbidamente provano a circuirti per sapere “ma a sto ragazzo quanto gli mettiamo, perdiàna”, provando a battere a chiacchiere uno che con le parole ci campa.
Due le vie, tertium non datur:
– o calarsi le braghe e dirsi che in fondo il voto è un apostrofo rosa fra le parole “t’ho bocciato”… e librarsi così in voli pindarici in cui ogni 100 è poesia;
– il mutismo: fra un candidato e l’altro, fare la faccia tipo Rain Man che conta le monetine a Las Vegas e a ogni “che stai facendo di bello”, citare Pierpaolo degli Squallor (“Io mi faccio i cazzi miei, e tu?”). Naturalmente scoprirai a tue spese che nemmeno il fruttivendolo saluterà un tale infame il giorno dopo in questa città farcita di sterco canino.

Annunci
  1. Tereza
    giugno 9, 2010 alle 9:06 am

    L’espressione fuori- frequenza (io chiamo così l’espressione alla Rain Man,pensando ad una radio che non riesce o non vuole- più quest’ultima,direi- intercettare alcuna frequenza e si limita a produrre delle scariche dal suono osceno o degli incredibili vuoti di suono, hai presente?) paga sempre, non solo agli esami: è che getta l’interlocutore nel panico, somiglia ad un’esposizione scosciata e lussuriosa dell’altrove, del non esserci. Ed è un gran divertimento se te la sai godere.
    😉

  2. WebmasterMascherato
    giugno 9, 2010 alle 7:09 pm

    ehehehe ricordo di aver letto un bel post sul tuo blog proprio su questo argomento (se posti il link mi piacerebbe rileggerlo)

    spero di farmi quattro risate o son dolori: grazie dei consigli ^^

  3. Tereza
  4. WebmasterMascherato
    giugno 10, 2010 alle 7:56 pm

    ecco proprio questo ^^

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: