Home > poesia, Vaneggiamenti > Notte avara

Notte avara

Notte avara

Che mi neghi le stelle con le tue nuvole ovattate

Che mi neghi la serenità col tuo vento tagliente

Notte di compagnie improvvisate e lunghe chiacchierate

Un bicchiere dopo l’altro

Tanti ricordi snocciolati

Ricordi altrui

Di altrui felicità

Altrui esperienze

Altrui gratificazioni

Ricordi che mi rendono margine in qualsiasi contesto

Insipido contorno nel convivio sociale

Stanco, nero, rancoroso…

  1. Anonimo
    maggio 20, 2010 alle 6:11 pm

    Caro Promethéus, niente di personale ma datti all’ippica.

  2. Promethéus
    maggio 21, 2010 alle 5:49 pm

    Mi sa che hai ragione…

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: