Home > Uncategorized > Proni a tutto

Proni a tutto

Un uomo capace“. Ok cambio canale.
Quando un uomo moooolto potente ama un suo sottoposto storicamente c’è poco da ridere. Di solito chi è al posto di comando si deve impegnare nella difficile arte del governo, gestire le cose e le situazioni. Ha bisogno di uomini capaci al suo fianco.

Al tempo degli imperatori romani elettivi, specie nel II secolo d.C. un generale valoroso o un saggio senatore poteva sperare di essere adottato dall’imperatore, divenendo di fatto il successore designato. Raramente, però, le cose vanno così lisce, perché troppo spesso chi governa non si fida delle persone che ha sotto di sé quando le vede troppo zelanti ed abili. Teme una congiura di palazzo, un defenestramento, un delfino che improvvisamente alzi la cresta e decida di divenire lui il gallo del pollaio (notorio per chi pratica la pollicultura che due nello stesso recinto non possono assolutamente convivere, così come due primedonne nel Palazzo).

Traggo due esempi dalla letteratura.
Federico secondo, imperatore laico, moderno, che faceva le crociate con una trattativa e senza spargere sangue (e si inimica mortalmente la chiesa – notare il minuscolo) aveva un cancelliere capacissimo di nome Pier delle Vigne. Dante, nella Commedia (Inf. XIII) ci racconta di come quest’uomo fosse costretto a suicidarsi o “fosse suicidato” in carcere, colpito da accuse di tradimento probabilmente false. Di quest’uomo capace, trasformato in un arbusto parlante che mormora all’incredulo poeta, non ci resta che il senso di impotenza e di frustrazione per aver fatto il proprio dovere con abilità ed aver ottenuto solo il male e la morte.
Isaac Asimov, Fondazione. Il generale Bel Riose è l’ultimo dei grandi del suo impero ormai in decadenza: è un idealista, sogna ancora che il cosmo sia riunito sotto il regno del suo amato imperatore, ma più avanza, più innamora di sé le truppe che lo adorano, più a corte sono sospettosi di questo giovane, troppo abile, troppo capace. Bel Riose avrà mala sorte e morte infame.

Quando chi governa vuole non avere paranoie, non assume uomini capaci, ma uno stuolo di mediocri, gente manovrabile che cambia le notizie del TG, esegue le “riforme” del capo tagliando su scuola e sanità. Sissignore signorsì.

Oggi si è ritirato a vita privata un uomo “capace”, il sublime ministro Scajola, che ha affrontato mille crisi perdendole tutte; tuttavia, da parte nostra non vi è alcuna gioia, perché ancora non sappiamo di quali capacità sapra vantarsi il suo successore o quali orrori gli verranno chiesti.

Annunci
  1. maggio 5, 2010 alle 4:54 pm

    sai cos’è che mi lascia più esterrefatta? il fatto chesi possa dire impunemente “un uomo capace”, perché al di là del pessimo giudizio morale sul soggetto non puoi fare a meno di riflettere su come sia diventato facile e senza conseguenze e insulti dire di un tipo così “un uomo capace”.
    Il livello è sceso cioè così in basso che persino un’ameba, un protozoo della politica come quello che s’è dimesso può sentirsi attribuire il titolo di “un uomo capace”.
    E nessuno lì pronto ad urlare un “non dite cazzate!!!”

  2. WebmasterMascherato
    maggio 5, 2010 alle 5:14 pm

    di quel divino pacco di 3000 pagine dell'”uomo senza qualità” di Musil ricordo particolarmente quando il protagonista vede un titolo sul giornale in cui un cavallo viene definito “geniale”: che epoca assurda viviamo se anche un cavallo può essere geniale?

  3. gloria
    maggio 6, 2010 alle 10:03 am

    Ciao Francesco! sai che mi hai fatto pensare ai cavalli razionali di Swift.. meglio i cavalli dei rozzi yahoos.

  4. WebmasterMascherato
    maggio 12, 2010 alle 7:36 pm

    Le mie letture swiftiane sono assai lontane: andrò a rispolverare il Gulliver 🙂 ciao Gloria

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: