Home > Uncategorized > Le parole che non ti ho detto

Le parole che non ti ho detto

Lorenzo Lippi, Allegoria della simulazione (1642)

Su un sacco di cose alla fine pare superfluo scrivere. Ci sono post migliori, blogger 24/7 aggiornatissimi e sempre sulla notizia, meno periferici anche se stanno in papuasia. Anzi, vi dirò: non ho mai ammesso con anima viva di essere un blogger. “ma noooo, è solo il blog della rivista a cui collaboro, quattro cose fra amici, un purparlè”. E giù a dir male dei nerd e di chi scrive su supporti aleatori, non cartacei.
I blogger me li sono sempre immaginati come dopolavoristi estrosi, portatori di messaggi efficaci e ficcanti, come il defunto Paul the Wine Guy, o latori di un sapere iperspecialistico (robe alla Apple Lounge o Macenstein, dove si va solo a vedere la macchick mensile). Insomma, gente strana: e se un giorno dovessero rinfacciarmi queste frasi dove fra le righe mi ci metto in mezzo, negherò tre volte prima del canto del gallo.

I miei quasi colleghi di questo quasi mondo tirano spesso fuori cose che paiono uscite fuori dalla tua penna, come la radio che passa Neil Young (arieccolo!) e sembra aver capito chi sei.
Volevo scrivere qualcosa su Raimondo Vianello, ma Lameduck ha messo già tutto in chiaro, e buddisticamente io sono lei (hare krishna…), perché ella afferma che anche lì Berlusconi si è servito di un morto, non solo di quelli in Afganistan e Iraq, per dare spettacolo di se stesso. Parce Sepulto…
Volevo scrivere di Calciopoli2 e di come la verità esca ora a galla, nonostante la malafede di chi non si legge gli atti dei processi (sportivo e penale), ma ACB è quasi un’enciclopedia. Chapeau.
Volevo incaxxarmi contro chi (chi? il solito Diversamente Onesto) osa parlare e scrivere cose sulla mafia, dipingendo un bel bersaglio sulla fronte di Roberto Saviano, ma i paguri di Don Zauker han detto le parole giuste.
Volevo parlare della morte del grande Edmondo Berselli, ma oltre a uno sterile coccodrillo che diceva “oh che belli erano i suoi libri, oh mannaggia” non è uscito fuori. Solo che mi dispiace una cifra.

Insomma, anche stavolta il post è servito, a dispetto del fatto che forse non ho detto un emerito nulla. O_O (anche tuuuuu come Kevin Coooostneeeeer…)

  1. sil*
    aprile 21, 2010 alle 9:43 pm

    non avrà detto un emerito nullaa però…a me è piaciutoooooo! ^^

  2. WebmasterMascherato
    aprile 23, 2010 alle 6:34 pm

    gracias & pat pat🙂

  3. Tereza
    aprile 25, 2010 alle 2:39 pm

    A me è piaciuto moltissimo questo post per lo spirito di ridimensionamento d’ogni cosa che vi ho letto.
    Fra tanta gente con il cervello in fiamme e il blog senza estintore a portata di mano, tra tanti che sparano opinioni per incenerire tutti e poi far dire come per il famoso diserbatore unno: dietro di me mai più erba, tra tanti isterismi da mancata acclamazione, leggere di uno che si dà del Giuda come fai tu allarga il cuore e fa sperare.
    Riassumendo:se pure non siamo riusciti a seppellirLI con una risata riusciremo mai a salvarCI con una vagonata di ironia?😉

  4. WebmasterMascherato
    aprile 25, 2010 alle 2:45 pm

    condividiamo la stessa piccola/grande speranza. Grazie Tereza ^^;

  5. Tereza
    aprile 25, 2010 alle 3:23 pm

    Ma sai che quasi quasi ne prenderei uno stralcio per farci un post, (citandoti, ovvio-ovvissimo!!!).
    Posso?
    p.s.: se non ti va andrà bene lo stesso, tranquillo, comprenderei anche quello che non so.
    :-))

  6. WebmasterMascherato
    aprile 25, 2010 alle 3:52 pm

    fai fai, poi magari posta il link anche qui, grazie😉

  7. WebmasterMascherato
    aprile 26, 2010 alle 8:06 pm

    grazie quasi-collega, arrossisco fino alla punta dell’alluce… @____@

    ti devo un link ^^

  8. aprile 28, 2010 alle 9:19 am

    russe cum’e nu pipariell’?
    ^__^

  9. WebmasterMascherato
    aprile 28, 2010 alle 6:30 pm

    tipo😛 comunque eccoti risplendente nel blogroll ^^ spero che i due/tre lettori di questo blog disperso nel mare magnum della rete verranno a trovarti e a leggerti.

  10. aprile 29, 2010 alle 10:36 am

    Grazie!
    il tuo link era già posizionato nella “my own list”.
    Però, mi raccomando, non demolire troppo il tuo orgoglio blogghico!
    Ogni blog è una piccola Heimat e sta a noi tenerle il lumino acceso, per segnalare ai viandanti del web la sosta.
    ^__^

  11. WebmasterMascherato
    maggio 20, 2010 alle 8:56 pm

    Eh, parli a uno senza radici nel bene e nel male… ma terrò come suggerimento prezioso quello che dici

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: