Home > Uncategorized > I libri non parlano parole – Danilo Dolci

I libri non parlano parole – Danilo Dolci

Danilo Dolci

Ne “La bellezza e l’inferno” di Roberto Saviano mi imbatto in una delle figure più importanti e dimenticate della lotta alle mafie, attivista, pensatore, poeta, Danilo Dolci. Una figura più intuita che conosciuta, un maestro dimenticato.
La sua figura mi colpisce perché emana verità e impegno, l’unica cosa che ha scalfito le mafie e i loro servi conniventi. Ricordate il vescovo di Palermo Ruffilli? Quello che nelle pubbliche omelie negli anni ’60 tuonava contro chi parlava di mafia, perché la mafia non esiste, non bisogna perdonare quelli che svergognano l’Italia e la Sicilia parlando di una cosa che non esiste, quelli come Danilo Dolci.
Dolci insegnava agli operai, ai grandi, e della sua esperienza ci ha lasciato una poesia, semplice e bella come le più belle, che mi ricorda la dignità quasi perduta di questo mestiere

C’è chi insegna
guidando gli altri come cavalli
passo per passo:
forse c’è chi si sente soddisfatto
così guidato.
C’è chi insegna lodando
quanto trova di buono e divertendo:
c’è pure chi si sente soddisfatto
essendo incoraggiato.
Profondamente stimavo un amico
quasi invidiando un altro a cui diceva
stupido, e non a me.
C’è pure chi educa, senza nascondere
l’assurdo ch’è nel mondo, aperto ad ogni
sviluppo ma cercando
d’essere franco all’altro come a sé,
sognando gli altri come ora non sono:
ciascuno cresce solo se sognato.

  1. marzo 22, 2010 alle 10:37 am

    Bellissima e dimenticatissima figura quella di Danilo Dolci.
    C’è un mondo intero nell’ultima frase: “ciascuno cresce solo se sognato”, frase applicabile a mille contesti, all’impegno politico come a quello educativo (politico anch’esso), al contesto d’amore.
    E’ un tributo di valore, dignità e stima all’altro da sé.

  2. marzo 22, 2010 alle 11:07 am

    non ce lo abbiamo più un Danilo Dolci qualcuno che ci insegni a sognare gli altri come ORA non sono
    marina

  3. WebmasterMascherato
    marzo 22, 2010 alle 8:16 pm

    _-_ sulla mancanza di maestri mi s che butto qualche riga presto

  1. marzo 21, 2010 alle 6:07 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: