Home > Resistenze, Uncategorized > Souvenir d’Italie

Souvenir d’Italie


Premesso che sono contro qualsiasi forma di violenza, mi domando dove siamo arrivati e dove finiremo a breve se in un paese democratico gli esponenti del governo arrivano a strumentalizzare il gesto sconsiderato di un malato di mente per i loro fini politici ed elettorali, tacciando di terrorismo e odio chi la pensa diversamente da loro.
Soprattutto, mi domando come si possano fare certe affermazioni dopo che il presidente del consiglio da tempo, senza il minimo senso di responsabilità che il ruolo gli impone, spara bordate su magistratura, costituzione e presidente della repubblica, dimostrando lui per primo che in Italia l’arroganza ,l’aggressività, i soldi e il potere comandano su tutto e su tutti.
Questo è l’esempio che ci viene dato da tempo dalla nostra classe politica, dalla sua televisione, dai suoi giornali. Con questi valori stiamo crescendo le nuove generazioni. Ci sarebbe da fermarsi un attimo a riflettere.

  1. Franciscus
    dicembre 14, 2009 alle 10:31 pm

    Quanto ci servirebbe un po’ di buon senso adesso; la paranoia della casta e di chi la comanda crescerà, fino a ridurre gli spazi di dibattito democratico se non si torna a un livello civile di discussione…

    C’è un paese alla fame… si pensi a quello.

  2. Hurricane
    dicembre 15, 2009 alle 12:39 am

    il gesto di ieri è stato veramente vergognoso. E’ una cosa che ha fatto male a tutti, ha fatto male a Berlusconi (sicuramente dal punto di vista fisico e ne sn testimone diretto visto che ero al pronto socorso del san raffaele), ha fatto male alla nostra società civile ed ha fatto male anche e sopratutto al Pd, perchè sicuramente non avrebbe voluto che il suo principale antagonista politico sia diventato una vittima vera e propria. Poi c’è chi si fa male da solo vedi Di Pietro che non capisce quando deve stare zitto. Forse non ha ancora ben chiaro che senza di Silvio non avrebbe un voto. Bene Bersani almeno lui ha salvato il salvabile…
    a rox.. quella degli esponenti del governo è una normale reazione politica, impensabile che non avrebbero fatto di qsto spiacevole incidente un caso politico, tutto fa brodo..
    a fraciuscus penso che ormai siamo alla deriva… e nessuno ma proprio nessuno pensa ad un paese alla fame…

  3. rox
    dicembre 15, 2009 alle 4:07 pm

    @hurricane: a me Di Pietro non piace, ma non credo che possa essere attaccato per ciò che ha detto. Ha espresso la sua opinione, esattamente come ha fatto la controparte politica del PDL. Il punto è che il pdl può dire che quanto è successo è colpa della sinistra e Di Pietro non può dire che quanto è successo è colpa di Berlusconi.

  4. davidet89
    dicembre 19, 2009 alle 7:25 pm

    Quando incontro una persona per strada non gli chiedo chi è, ma dove vuole andare (cit).
    Dove vuole andare questa Italia?

    Fede ha subito dato la colpa ai centri sociali.
    Schifani (o qualche altro servo) ha attaccato feisbuc, noto paradiso comunista.
    Intanto si gonfiava un coro di vibrante protesta (e non quella sognata da un cantautore) verso il web, ma ci pensa Maroni con l’ennesimo tentativo di legge liberticida.
    Ah, sono riusciti a tirare fuori pure il “terrorismo dei gruppi extraparlamentari degli anni ’70”.

    Andiamo bene.

  5. rox
    dicembre 20, 2009 alle 5:24 pm

    Che importa, silvio ci ama.

    l’amore ci salverà.

    peace and love fratelli e sorelle.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: