Home > Uncategorized > KOMIKAZEN – incontro con Dave McKean (e non solo)

KOMIKAZEN – incontro con Dave McKean (e non solo)

Una delle bellissime tavole di Dave McKean a Komikazen

Una delle bellissime tavole di Dave McKean a Komikazen

(di CLAUDIA AMANTINI)

Programma ricco e variegato quello di Komikazen, Festival Internazionale di fumetto di realtà, giunto alla sua quinta edizione. 9 e 10 Ottobre 2009, data dedicata al fumetto più individuale e di sperimentazione. A cominciare dagli ospiti. Programma mooolto ricco: podio d’onore al disegnatore inglese Dave McKean, protagonista di una conferenza e di una mostra a lui dedicata (al MAR, museo d’arte della città, dove ha esposto tavole di Cages, Mr. Punch e Signal to noise). Il disegnatore americano Peter Kuper è stato coinvolto in un workshop e, anche lui, in conferenza più mostra (sempre al Mar). Tra gli altri: Paolo Bacilieri (sua la locandina della manifestazione); Davide Toffolo (impegnato al Teatro Rasi con la presentazione ed esposizione del suo lavoro dedicato a Pasolini: “Intervista a Pasolini” è l’immaginaria intervista, realizzata a fumetto, con cui Toffolo racconta Pasolini); Gianluca Costantini (la sua mostra “Opus quotidianum” è ospitata nella Galleria/libreria Mirada), e tanto altro.

un momento della conferenza

un momento della conferenza

Per una scelta di cuore (adoro i lavori di McKean) mi sono presentata a Ravenna il giorno 10.  Ragazzuoli… era una vita che non mi divertivo così ad una fiera-mostra-conferenza di fumetto!
Mckean è persona deliziosa (e aggiungerei paziente). Mi sono vista tutta la sua conferenza: vedere il creatore di così tante belle immagini è stato fantastico. E trovarlo simpatico, disponibile, senza puzza sotto al naso, piacevole sorpresa. Alle sue spalle, mentre parlava-leggeva-raccontava, proiezioni di sue immagini (anche inedite, da copertine di dischi a lavori “vecchi”, alle nuove cose che sta facendo). E poi l’inaugurazione al Mar, con Dave Mckean e Peter Kuper disponibilissimi al dialogo e a rilasciar disegni. Mi sono persa la giornata del 9, ma quella del 10 l’ho vissuta appieno. Dave McKean rappresenta, per me, un mix ben riuscito di fumettista, illustratore, designer, fotografo,…e chi più ne ha più ne metta. Uno degli ultimi “mostri sacri”. E i suoi originali sono roba pazzesca.
Formato veramente grande (più grandi di un A3 per capirci!) dove il bianco e nero di Cages, combattuto tra “linee nervose” e innesti ben riusciti (un’intera parete di originali di Cages è un tuffo al cuore), fa da controaltare ad un’altra parete, dove domina il colore, le soluzioni grafiche care a McKean (Mr. Punch e Signal to noise sono un altro tuffo al cuore: acrilici, pezzi di pizzo attaccati alle tavole, fotografie, etc.). Cose per cui ti rigiri nella stanza per un bel po’, senza manco accorgertene. Ciliegina sulla torta: avere le copie autografate con disegno e dedica, che può suonare infantile ma riempie di gratificazione! Non è mancato il rinfresco (che stando in fila per beccarmi il disegno mi sono persa), come ad ogni inaugurazione. C’è stato pure, in onore del Dave e per festeggiare Mr. Punch, uno spettacolino teatrale di marionette-pulcinella.
Finito il tutto (spettacolino teatrale compreso), lo scemare della gente (pure il tavolo-rinfresco piangeva…non c’era rimasto nulla, ahimè). Alle 22.30, in piena “notte d’oro” ravvennate (variante delle ormai “famose” notte bianca e notte rosa), mentre la maggior parte della gente era in piazza per un concerto di cui io ho fatto volentieri a meno (per la cronaca Dolcenera –sempre che non sbagli a scriverlo-… la mia musica è di tutt’altro genere!), mi sono diretta alla Galleria Mirada Libreria interno4. L’occasione era l’inaugurazione della mostra “Opus Quotidianum” di Gianluca Costantini in collaborazione con il laboratorio di mosaico Koko Mosaico.

un'opera di Gianluca Costantini

un'opera di Gianluca Costantini

Decisamente interessante vedere come i disegni (impaginati ed incorniciati) del Costantini siano poi stati resi “carnosi” e tridimensionali dall’effetto (decisamente “pop”) del mosaico, realizzato appunto dallo studio Koko di Ravenna (Ravenna E’ mosaico). L’ambiguità, delle parole e dei materiali, ha raggiunto un ottimo compromesso. E si respirava aria di festa: fuori altro rinfresco (a stò giro più d’orientamento “alcolico”), un sacco di gente (fauna tondelliana docet) e, mischiati alla folla, pure Dave McKean e Peter Kuper.
Al Mckean avevo già appioppato le copie degli ultimi due numeri di Out, con il Kuper, beccato all’interno della libreria, ho dato sfoggio del mio scarso inglese accompagnato dalla tipica gestualità italiana (mix che mi ha portato fortuna). L’importante è capirsi. E Kuper, dopo che gli ho dato Out, ha contraccambiato la cortesia regalandomi una copia di “World War 3”, la rivista americana dove pubblica i suoi fumetti. E nella pagina del sommario mi ha pure fatto un disegnino al volo! Cosa chiedere di più?disegno-3-McKean
Trovarsi di fronte a “mostri” del fumetto è già cosa stupenda, vedere questi “mostri” non tirarsela per niente è poi ancora più stupendo… cosa che purtroppo, nelle fiere del fumetto, capita. E a farlo, cioè a tirarsela, sono… bè gente che non è a questi livelli! Non per far polemica, ma è una triste realtà, spesso tipicamente italiana.
E in questa “tipicità italiana” non rientra Gianluca Costantini (con lui ho potuto giocare in casa: strafalcioni a parte, l’italiano rimane la mia lingua madre!). Decisamente cortese, disponibile al dialogo e… nella Libreria (veramente una Libreria coi fiocchi: fumetti d’autore a gò-gò) dove lui è un po’ il factotum (io l’ho beccato alla cassa) tengono pure cose in contovendita. Inutile dire che ne ho approfittato per lasciargli copie di Out. E magari chissà, il buon Costantini potrebbe pure farci una futura copertina per un numero di Out (remember Gianluca?).
Giornata (e relativa serata-nottata) molto ricca, da riempirsi gli occhi.
Ma tutto non dura in eterno è arriva pure il momento dei saluti&abbracci. Nell’andar via mi sono ritrovata davanti al McKean. Ci stava bene un salutino (ovviamente all’italiana): agito le manine, gli dico “ciao-ciao” e lui, per tutta risposta, mi fa una faccia di stupore, poi se la ride, mi copia nel gesto (agita le sue di mani) e mi dice, in ITALIANO, “ciao-ciao”, con pronuncia tipicamente inglese.
Questo, oltre all’artista, è l’uomo Dave McKean. Mi ha lasciato con una bellissima impressione. A dire il vero tutto il “Komikazen” mi ha lasciato una bella impressione.
Calendario ricco, mostre che rimarranno aperte per circa un mese. E per chiudere in bellezza vi lascio con la parte “Burocratica” (per chi di voi fosse intenzionato a vedere gli originali di McKean, Kuper, Toffolo, Bacilieri, Costantini e gli argentini legati a Carlos Trillo):

L’ombra di Peter Pan
Dave McKean, Peter Kuper, Paolo Bacilieri, Gianluca Costantini
Dal 10 ottobre all’8 novembre 2009
MAR Museo d’Arte della città, Via di Roma n.13
Orari: dal martedì al sabato 9-13,30. Martedì, giovedì, venerdì e domenica 15-18. Lunedì chiuso.

Aria buona dall’Argentina: 100 tavole originali su sceneggiatura di Carlos Trillo
Dal 9 ottobre all’8 novembre 2009
Spazio Politiche Giovanili del Comune di Ravenna, Via D’Azeglio n.2
Orari: tutti i giorni dalle 9 alle 13, martedì e giovedì anche dalle 14 alle 18.

Opus Quotidianum di Gianluca Costantini
Dal 10 ottobre all’8 novembre 2009
Galleria Mirada Libreria interno4, Via Mazzini n.83
Orari: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19,30. Giovedì pomeriggio e domenica chiuso.

Intervista a Pasolini di Davide Toffolo
Dall’9 ottobre al ? novembre 2009
Teatro Rasi, Via di Roma n.39
Orari: il lunedì dalle 15 alle 18. Dal martedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 e durante tutte le sere di apertura del Nobodaddy.

Per le biografie e il dettaglio degli autori www.mirada.it/komikazen
Per informazioni  info@mirada.it, info@mirada.it  tel. +0039.0544.217359

  1. ottobre 22, 2009 alle 2:04 pm

    Ciao Claudia, possiamo pubblicare il tuo resoconto di Komikazen anche su fumettodautore.com? Fatemi sapere…

    • Franciscus
      ottobre 22, 2009 alle 2:43 pm

      giro immediatamente alla claudia la richiesta via email

      • Franciscus
        ottobre 22, 2009 alle 6:14 pm

        nessuno problema, basta che indichiate autrice e fonte web dell’articolo , grazie ^^

  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: