Home > Uncategorized > Monnezza e Mundizza

Monnezza e Mundizza

A Napoli puzzano, a Palermo e Messina pare di no. I rifiuti.

Risorsa, biomasse, potenziale energia: qui stanno tutti per terra a intossicare le città siciliane, e neanche un tg ad occuparsene oltre lo Stretto.
Quale differenza con quella Napoli che fece cadere Prodi più delle manovre di Mastella; quella spazzatura portata in riserve militarizzate, nonostante le barricate dei campani, di chi non voleva la “monnezza” del capoluogo. Emergenza affrontata con fare spietato dal nuovo governo di centro-destra laddove il centro-sinistra non aveva dato risposte.

Stupisce e non stupisce ora vedere la regione del 61 a zero con un capoluogo ai limiti del collasso. L’AMIA, la municipalizzata che raccoglie la spazzatura a Palermo, è al collasso dopo anni di gestione allegra  e voragini nei conti che solo 80 milioni delle nostre tasse avevano raddrizzato meno di un anno fa.
L’AMIA, un ente quasi comico se tutto ciò non fosse tragedia, che compra i cassonetti (costosissimi) per il riciclo che non si agganciano ai camion a disposizione.Ritardi nella raccolta, strade invase dalla “qualsiasi”.

La città galleggia su un mare di “rumenta”, ma l’Italia riserva indifferenza, così come il governo che non può certo creare un caso Napoli, non in una città “amica”, serbatoio immenso di “amicizia”.
L’altra anomalia (altrove, non qui), la città che sorge su un rivolo di torrenti ricoperti in maniera criminale per farne viali che si sbriciolano: Messina. In attesa di altra acqua che la tropicalizzazione dello Stretto le riserva per i prossimi mesi, si gode strade sozze e cumuli che nessuno raccoglie, con una raccolta differenziata che pare solo una promessa. Messinambiente forse aspetta che i soldi cadano dal cielo, di nuovo, come sempre, per riaprire le solite discariche che generose sanatorie renderanno agibili anche sulla soglia del disastro ambientale.

Che differenze con Napoli; qui non c’è un prodi da “sputtanare”, una sinistra fannullona a cui addossare colpe (non c’è una sinistra tout court). Difficile quindi che Studio Aperto 1, Studio Aperto due, Studioaperto italiauno, Studioaperto canalecinque, Studiofiga tiggiqqqquattro se ne accorgano.

La tragedia, le malattie, il disagio di tanti isolani. Tutto si consuma in silenzio.

  1. Frank_Sniper
    ottobre 15, 2009 alle 7:47 am

    spiacenti ma a Messina non possiamo pensare alla munnizza! sono i turisti (tutti comunisti per di più!) che la sporcano, l’ATO che può farci?!?
    e poi cosa vuoi che siano poche tonnellate di spazza in una città da 250mila abitanti!?!
    siamo la 13città più popolosa d’Italia e abbiamo progetti più blasonati e lungimiranti: c’è il ponte da costruire fra 2 mesi!
    quasi quasi potremmo crearlo ancora più sopraelevato in modo che da lassù non si notino i cassonetti stracolmi…

    • Rosanna
      ottobre 15, 2009 alle 3:46 pm

      ponte ponente ponte pì tappo tappo rulez!

      • Franciscus
        ottobre 15, 2009 alle 10:26 pm

        @Frank: vabbè, allora compriamo un bel canotto per scivolare sui flussi di monnezza, o un bel surf… sì un surf… e quando incontrerò un surfista come me ci saluteremo riconoscendoci.

        @Rox: è la risposta più dadaista che mente umana abbia mai creato. Stending ovescion!

      • Roxrosaerosamrosarosa
        ottobre 16, 2009 alle 7:45 am

        ehm…il motto dei dadaisti era ” Dada non significa nulla”…
        “tappo tappo” è riferito a berluskoni e ” rulez” significa che governa…forse era troppo criptica…
        (gnihihihihihihihihihihi)

      • Franciscus
        ottobre 16, 2009 alle 1:45 pm

        Il Dadà è una scintilla di vita
        fino a tappo ponente ponte ti seguivo😛 poi il cervello mi è tornato confortably numb😛

  1. ottobre 16, 2009 alle 3:50 am

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: