Home > Uncategorized > Out Deluxe – La recensione (assai di parte)

Out Deluxe – La recensione (assai di parte)

Una tavola da "Animalaux" di Claudia Piccoli

Una tavola da "Animalaux" di Claudia Piccoli

Mi trovo finalmente davanti la mia copia di Out Deluxe, pubblicato dalla Cagliostro E-Press, che rappresenta una summa di questi undici anni di lavoro insieme del gruppo Out. Provo a guardarla in maniera disincantata, come fosse qualcosa da recensire freddamente, ma non è facile riuscirci: ci sono anche cose mie, tanti testi e fumetti che avevo già apprezzato su Out-fanza-spillata-fotocopiata, ma ci proverò.

Copertina lucida, sembra un bonelliano; copertina di Claudia Amantini (bello l’impatto); grafica cocktail del maestro Flok, tagliente come una lama.

I contenuti: molti i fumetti, alcuni davvero interessanti. Ho particolarmente apprezzato le tavole di Claudia e le storie brevi di Simona Petrucci. Interessanti gli innesti di Sara Fabbri e Mauro Gulma. Davvero azzeccate le tavole di Rael e Skiribilla, il fumetto di Flok lieve e moebiusiano e “Animalaux” di Claudia Piccolo.

Illustrazioni: giganteggiano Laura Canti, dal tratto sporco ed espressionista, égo_tek che riprende la lezione surrealista di Max Ernst, e il mondo folle e meditativo di Claudio Parentela, illustratori che abbiamo ospitato anche qui sul blog.

Testi: Oltre alle poesie dei nostri autori (Brugnaro, Massei, Fiamingo, Rizzi), spiccano i testi di Vincenzo Occhionero, davvero in stato di grazia nella sua “Litania” di Natale”, una delle sue cose migliori, e di Baldo di Stefano, nume tutelare.

Credits. Belli, impaginati in maniera davvero elegante. Necessario il ringraziamento a Gianluca Umiliacchi di Fanzine Italiane che ci ha sempre sostenuti. Ma io come quinto redattore che ci faccio? Mi sa che è un errore di stampa 😛 .

Difetti? Ce ne sono. Forse il formato, trasportato dal tradizionale A5 delle fotocopie, non rende giustizia ai testi, troppo bianco e caratteri troppo piccoli in qualche pagina. Forse alcuni pezzi storici di Out avrebbero avuto diritto a un po’ di spazio in questa antologia (chessò: l’intervista a Leone Cimpellin). Nel complesso, comunque, da lettore sono rimasto soddisfatto, come spero rimarrà chi vorrà acquistare questa scheggia di editoria povera ma libera, finalmente approdata in libreria.

Per acquistare Out Deluxe ecco il link per il sito di Cagliostro E-Press.

  1. agosto 17, 2009 alle 9:54 pm

    Interessantissimo.

    Grazie per il commento, CIAO!!!

  2. clà
    agosto 17, 2009 alle 10:06 pm

    Contenuti: ampio spazio ai fumetti. Purtroppo, nonostante il numero di pagine non fosse poi poco, abbiamo dovuto lasciar fuori qualcosa. Per dare più respiro a fumetti/racconti abbiamo limitato gli articoli. Andando a memoria, oltre all’intervista a Leo Cimpellin, abbiamo tralasciato quella a Babini, rinunciato a sprazzi di cinema (dal passato di out: Kurosawa, Ejzenstejn, Kieslowski,…), recensioni di fumetti a cui siamo ancora affezionati (Tank Girl, Death, Cages, Hellblazer, Chè,…), per non parlare poi di quegli autori che non siamo riusciti a raggiungere/ricontattare (uno su tutti: Michele Agosteo e il suo “L’Arciere”, simbolo dei primi numeri Out), inediti che non sono mai arrivati e… Alla fine siamo soddisfatti di quello che abbiamo raccolto/messo assieme (sì, lo dico anche perchè sono dannatamente di parte!).
    Autori: per la poesia da segnalare anche Serena Sbrana, ormai una “storica” out, e per i racconti quella “Domenica Mattina etc etc” di Filippelli, veramente godibile/ironico.
    Credits: ma… tu guarda questo! Da anni colonna portante di out, finalmente incluso (a sua insaputa ma tanto noi siamo out) in redazione e… ci dice pure che abbiam fatto un errore (in italiano posso pure concedertelo, coi conti… no!). Nessuna svista, te l’assicuro!
    Difetti: come in qualsiasi cosa non possono mancare… purtroppo disguidi nati in fase di stampa (mi riferisco ai margini)
    Grafica: eccelsa. Quando s’impegna il flok è davvero bravo. Dai flok che diventi il mio grafico preferito! (Come direbbe un famoso dottor Chobin: conosco un grafico, il più bravo: Antonio Flocco!)
    Ehm… può bastare, no?

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: